Scoperta a San Prospero la targa del Kiwanis

“La chiesa di San Prospero è uno dei tesori nascosti di Perugia e l’auspicio è che iniziative come questa possano contribuire a valorizzare il patrimonio storico e artistico meno conosciuto della città”. Con queste parole Stefano Babucci, presidente del Kiwanis Club Perugia, ha svelato la targa che l’associazione di service del capoluogo umbro ha apposto stamani nell’edificio risalente al XIII° secolo e ubicato a ridosso dell’Istituto Don Bosco.

La targa è un riconoscimento all’opera di restauro degli affreschi del pittore Bonamico, effettuato dal Maestro Alberto Polidori, su commissione del Club di Perugia che rafforza così il suo legame con l’Istituto Don Bosco.

Un aspetto, quest’ultimo, sottolineato dal dirigente Lanfranco Papa e dal vicario Don Stefano: “Questa collaborazione si sta rivelando sempre più proficua – hanno affermato – e ci auguriamo di poter approfondire insieme valori ed esperienze comuni che salesiani e kiwaniani perseguono nelle loro attività, orientate sempre a beneficio dei giovani e della società”.

“Il Kiwanis da tempo si è proposto di individuare queste ‘perle nascoste’ che versano in condizioni di degrado, sollecitando poi le autorità civili affinché vengano ristrutturate e valorizzate” ha aggiunto a margine dell’evento Sebastiano Coletti, past governatore del Kiwanis.

Coletti – ricordando che in collaborazione con gli oltre 150 club del Kiwanis sparsi lungo tutta la Penisola “sarà realizzato un libro sul tema che sarà messo in vendita per finanziare progetti relativi al sostegno dei minori” – ha poi anticipato che anche la chiesa di Rancolfo sarà oggetto di ristrutturazione, così come avvenuto per quella di San Prospero.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*