Romizi riceve delegazione dell’emirato arabo di Sharja

Ad accogliere gli ospiti all’ingresso dell’Atrio di Palazzo dei Priori è stato l’Assessore Fioroni che li ha accompagnati fino alla Sala Rossa

Romizi riceve delegazione dell’emirato arabo di Sharja

Romizi riceve delegazione dell’emirato arabo di Sharja

Questa mattina il Sindaco Romizi, affiancato dagli assessore Fioroni, Severini e Casaioli, ha ricevuto a Palazzo dei Priori la delegazione dell’Emirato di Sharjah, a Perugia per l’inaugurazione della Mostra “Sharjah Bellezza e Mistero. Festival della Cultura Araba a Perugia”.

La delegazione, composta da Abdullah Al Owais, Presidente del Dipartimento Cultura e Media degli Emirati Arabi, dal Presidente dell’istituto per il Patrimonio artistico e culturale di Sharjah Abdulaziz Al Musalam, dal Presidente del Centro Studi del golfo Ali Al Marri e da altri esponenti del mondo culturale dell’Emirato è arrivata a Palazzo dei Priori, attraversando Corso Vannucci, accompagnata dalla musica tradizione suonata dal gruppo folcloristico che da lunedì scorso sta animando il centro storico della città con le sue suggestive e curiose esibizioni.

Ad accogliere gli ospiti all’ingresso dell’Atrio di Palazzo dei Priori è stato l’Assessore Fioroni che li ha accompagnati fino alla Sala Rossa, dove si sono incontrati con il Sindaco e gli altri membri della Giunta.

“Siamo onorati di poter ospitare a Perugia questa mostra, bellissima e ricca di opere molto importanti e toccanti –ha detto il Sindaco- Essa rappresenta un’opportunità per tutti noi, un ponte tra due culture, diverse ma non distanti”. Il Primo cittadino ha quindi ringraziato gli ospiti e, attraverso di loro lo sceicco di Sharjah, S.A. Bin Muhammad Al-Qasimi che si è fatto promotore in prima persona della diffusione della cultura del suo paese all’estero, per aver portato a Perugia anche il folclore arabo che “è uno strumento unico –ha detto- per avvicinare i cittadini alla vostra interessante cultura”.

Il Presidente del Dipartimento Cultura e Media Al Owais ha ricordato come tutto il percorso che ha portato alla mostra sia partito proprio dalla Sala Rossa di Palazzo dei Priori. “Da quel giorno –ha spiegato- è iniziata una storia d’amore con la città di Perugia, una ferma amicizia tra l’Italia e gli Emirati Arabi, un gemellaggio tra la città di Perugia e la città di Sharjah. Questi rapporti –ha proseguito- continueranno anche in virtù della calorosa e concreta accoglienza che ci è stata riservata. Questa occasione ha dimostrato come la cultura possa davvero essere motivo di incontro tra i popoli”.

Al termine dell’incontro, si è svolto il tradizionale scambio di doni e la firma da parte del Presidente Al Owais del registro degli ospiti illustri di Palazzo dei Priori. La delegazione ha poi visitato la Sala dei Notari e, a seguire, la Galleria Nazionale dell’Umbria e la Biblioteca Augusta.

Nel pomeriggio, alle 17,30, si svolgerà il concerto di musica tradizionale araba nell’Aula magna dell’Università per Stranieri.

La giornata odierna conclude la visita ufficiale della delegazione dell’Emirato di Sharjah che ha visto lunedì mattina la partecipazione alla conferenza stampa della mostra, quindi ieri pomeriggio l’inaugurazione ufficiale della stessa e, nel corso della giornata, gli incontri istituzionali con la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, con il Presidente della Provincia Nando Mismetti, con il Rettore dell’Università di Perugia Moriconi e dell’Università per Stranieri Paciullo e con il Direttore dell’Archivio di Stato Giovanna.

La mostra “Sharjah bellezza e mistero. Festival della cultura Araba a Perugia2 resterà aperta al Centro espositivo della Rocca Paolina fino al prossimo 5 giugno. Vi si possono ammirare opere d’arte contemporanea di artisti arabi, rare mappe storiche della collezione privata dello sceicco Al-Qasimi, preziosi esempi di calligrafia, di gioielli e costumi tradizionali, libri e gastronomia locale.

Romizi

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*