RICHIESTA DI CANDIDATURA DEL TARTUFO ALL’UNESCO, A PIETRALUNGA SI FA IL PUNTO

Al tavolo tecnico, Mirko Ceci, Massimo DAlema, Giancarlo Picchiarelli
Al tavolo tecnico, Mirko Ceci, Massimo DAlema, Giancarlo Picchiarelli
Al tavolo tecnico, Mirko Ceci, Massimo DAlema, Giancarlo Picchiarelli

(umbriajournal.com) – by Avi News PIETRALUNGA – Un tavolo tecnico per discutere dello stato dell’arte rispetto alla richiesta di candidatura avanzata dall’Associazione nazionale Città del tartufo verso l’Unesco per il riconoscimento della cultura tartufigena come patrimonio immateriale dell’umanità. Incontro che si è svolto a Pietralunga e ha visto la partecipazione di Massimo D’Alema che ha ribadito il suo impegno a sostenere l’iter avviato, anche in virtù della sua conoscenza del mondo istituzionale in Italia e all’estero. L’appuntamento si è tenuto sabato 19 ottobre durante la 26ª Mostra mercato nazionale del tartufo e della patata bianca di Pietralunga e dopo che la città ha avviato l’iter per l’ingresso nell’Associazione nazionale Città del tartufo. “Bisogna lavorare – ha detto D’Alema – in modo che, entro il 31 marzo 2014, la richiesta di candidatura sia l’unica che parta dall’Italia e arrivi alla Commissione intergovernativa dell’Unesco a Parigi. L’iter è lungo e la procedura è complessa”. In questo momento, dopo la consegna alla Commissione nazionale italiana per l’Unesco,  la documentazione prodotta a sostegno della richiesta di candidatura è al vaglio dei Ministeri competenti, Agricoltura e Ambiente, e passerà successivamente a quello degli Esteri che darà l’eventuale ratifica per la presentazione a Parigi. “Mi sento in grado di seguire questa candidatura – ha dichiarato D’Alema –, soprattutto nella parte internazionale. Sarebbe molto importante per il buon esito della richiesta arrivare all’Expo 2015 di Milano con la cultura tartufigena già candidata all’Unesco e dare durante l’esposizione internazionale uno spazio per promuovere la candidatura stessa”. Presenti all’incontro Mirko Ceci, sindaco di Pietralunga, e Giancarlo Picchiarelli, presidente dell’Associazione nazionale città del tartufo. “Oltre a esprimere la nostra soddisfazione per la volontà di Pietralunga di entrare in associazione – ha detto Picchiarelli –, ringrazio Massimo D’Alema per la disponibilità dimostratata a sostegno della nostra causa, intorno alla quale, sin dal 2012 abbiamo cercato di creare interesse con incontri mirati e di produrre quella massa critica necessaria per sostenerla e mantenere sempre alta l’attenzione”. “Abbiamo voluto questo incontro istituzionale nell’ambito della nostra mostra – ha aggiunto Ceci – e dopo aver avviato l’iter per l’ingresso in associazione che speriamo a novembre di poter definire e concludere. Ci fa molto piacere l’impegno assunto dal presidente D’Alema perché credo sia importante che ci siano personaggi di questo spessore che lavorano per cercare di ottenere e far riconoscere nel mondo un prodotto che distingue l’Italia da tutti gli altri Paesi”. Al tavolo anche sindaci di città membre della stessa associazione, provenienti non solo dall’Umbria, ma anche da Marche e da Lazio, che hanno salutato con favore l’impegno di D’Alema. Tra questi, Gian Paolo Stefanelli, Danilo Cosimetti, Gino Emili e Carlo Valentini, sindaci rispettivamente di Norcia, Valtopina, Cascia e Scheggino; Settimio Bravi e Dante D’Angeli, sindaci rispettivamente di Sant’Angelo in Vado (Pu) e Ascrea (Ri), e Giuliano Nalli commissario liquidatore della Comunità montana Monti Martani, Serano e Subasio. La Mostra mercato del tartufo e della patata bianca prosegue a Pietralunga ancora nelle prossime due domeniche di ottobre. In particolare, domenica 20 in programma, accanto agli stand, aperti dalle 10 alle 20, e alla Fiera dell’antiquariato dalle 10.30, sempre nel Borgo antico, uno spazio per i motori con il “Primo raduno nazionale di moto e vespe d’epoca nella terra del bianco”, in piazza Fiorucci, alle 9.30, e, alle 10.30 in piazza VII Maggio, un raduno di auto d’epoca. Al gusto sono poi riservate anche la degustazione “Spizzico di.. vino”, in piazzetta dell’Orologio, dalle 12 alle 18, e quella della patata bianca, cucinata secondo le ricette pietralunghesi alle 16 alla sala ex convento di Sant’Agostino. Ques’ultima location ospiterà, invece, alle 11, il I concorso fotografico nazionale del comune di Pietralunga “Acqua, terra, pietra… lunga, le sue stagioni ed i suoi colori”, le cui premiazoni si terrano alle17.30. Si rinnova poi il connubio con la musica grazie all’appuntamento “Tartufo e jazz”, alle 17 in piazzetta dell’Orologio con l’esibizione del Brasil jazz Love Affaire Eleonora Bianchini.

Carla Adamo

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*