Quintana, Guasticchi elogia Stefano Emili, autore del Palio

“Lungo una linea culturale che ha sempre saputo integrare l’innovazione nella tradizione di una Festa splendida come la Quintana, la prossima Giostra del 14 settembre è stata preceduta e illuminata dal magnifico Palio, opera del giovane artista Stefano Emili”.

Il presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi saluta il tradizionale appuntamento “settembrino” della “Rivincita”, con una delle manifestazioni storiche più amate dagli umbri che sa coniugare molteplici aspetti sociali e culturali, che domani con la Fiera dei Soprastanti dara’ il via al conto alla rovescia con il “campo de li giochi” tanto atteso dai folignati e non solo”.

“Avere da un pittore ancora così in formazione una realizzazione tanto matura è di grande conforto sia per la Festa che per la Città di Foligno – aggiunge Guasticchi – .

Nel prezioso stendardo, infatti, si vede una sintesi molto dinamica del passato e del futuro dell’orgoglio “quintanaro”: la linea slanciata e la corsa sfrenata del cavallo, che occupano la parte destra della campitura, fanno subito pensare a una spinta irrefrenabile verso nuovi obiettivi, che coincidono con immaginari anelli, resi credibili dalla grande forza emotiva e dal tratto sobrio ed efficace con cui l’artista ha raffigurato l’impeto della corsa del cavallo.

Questo Palio – dichiara ancora il presidente della Provincia – è tutto un crescendo di emozioni, accentuate dalla forza di una “Vittoria” gridata e urlata per la gioia di chiunque partecipa alla Quintana, come è scritto efficacemente sullo stendardo.

La linea tracciata dalla lancia distesa verso il prossimo anello divide tutto il Palio in zone di una geometria così semplice e amabile che l’invito ad essere a Foligno per la “Rivincita” dovrà molto del suo successo anche alla potenza di questa immagine.

Siamo, dunque, tutti grati agli organismi direttivi della Giostra, al presidente Domenico Metelli e al sindaco di Foligno, Nando Mismetti, per avere saputo operare una scelta così felice come quella dell’opera di Emili, in arte (Come) Achille.

La galleria folignate delle opere d’arte disegnate di anno in anno da un pittore per creare il Palio conclude Guasticchi – ha aggiunto una tessera importantissima, il cui valore simbolico crescerà negli anni e rivelerà, col tempo, le speranze alle quali un giovane artista ha affidato il suo futuro, quello della Festa e dell’intera Città di Foligno.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*