I Primi d’Italia 2016 a Foligno, i numeri della diciottesima edizione

Si chiude il sipario sulla kermesse nazionale del gusto; parla il Presidente Aldo Amoni

I Primi d’Italia 2016 a Foligno, i numeri della diciottesima edizione

I Primi d’Italia 2016 a Foligno, i numeri della diciottesima edizione. Dopo una quattro giorni ricca di eventi, il Festival Nazionale de I Primi d’Italia tira le somme di questa speciale XVIII° edizione. Sono state giornate golose, formative e divertenti con mostre-mercato, villaggi del gusto, corsi di cucina, cooking show, seminari, laboratori e intrattenimento per grandi e bambini, il tutto appositamente confezionato per stuzzicare mente e palato con nuovi sapori, alla scoperta delle migliori produzioni ed eccellenze del made-in-Italy.

Sulle note di “Primo, Amore” la sigla ufficiale del festival 2016, lanciata all’inaugurazione della kermesse, le giornate più golose d’Italia sono volate, merito delle tante attività che hanno saputo intrattenere, divertire e formare i moltissimi visitatori che hanno raggiunto Foligno da tutta Italia.

Il nuovo jingle della kermesse, sorpresa del Presidente Amoni alla città ospitante, ai visitatori e al suo stesso staff, racchiude lo spirito dell’evento che ha trovato nel centro del mondo, Foligno, la perfetta location per parlare del tesoro d’Italia, la pasta, tra tradizione e passione… il nostro primo d’amore, per l’appunto.

L’edizione 2016 si avvia a determinare un nuovo successo – commenta compiaciuto il Presidente di Epta Confcommercio, Aldo Amoni – Abbiamo registrato un incremento di presenze pari al 30% rispetto al 2015; posso pertanto esprimere una piena soddisfazione a nome della Confcommercio regionale e degli organizzatori. Ci sentiamo di aver centrato l’obiettivo della comunicazione, attraverso i canali social e grazie al massiccio acquisto di grandi manifesti in tutta Italia, compresi alcuni spazi nell’autostrada del Sole che, indubbiamente, hanno funzionato. Per il 2017 abbiamo già diverse conferme e alcune new entry per l’area pastifici; con nuove aziende che, avendo visitato i Primi d’Italia in questa edizione, hanno preso contatti per il prossimo settembre.” 

Tirando le somme dunque anche quest’anno I Primi d’Italia è cresciuto nei numeri e nella qualità: oltre 380 i piccoli Chef impegnati nel formatI Primi d’Italia Junior”, promosso e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, in collaborazione con UDS e F.I.D.A., il goloso percorso del festival tra creatività e conoscenza. Boom di presenze per il gradito ritorno di “A tavola con le Stelle”, con oltre 400 gourmet che hanno potuto degustare le ricette dei migliori stellati della penisola, ammirando in prima persona le Stelle Michelin all’opera: Chef Mauro Uliassi, Chef Gianfranco Vissani, Chef Emanuele Mazzella e Chef Riccardo Agostini.

Grandi numeri anche per le Food Experience, perfetto binomio tra sapere e sapore, con oltre 450 buongustai chiamati all’assaggio. Successo per i 13 Villaggi del Gusto tra pasta fresca e gluten free, riso e polenta, tipicità ed eccellenza, amatriciana e solidarietà; bene anche per le 9 mostre-mercato tra cui la Boutique della Pasta, con esposizione e vendita dei migliori 30 pastifici artigianali d’Italia.

I Primi d’Italia 2016: l’edizione della maturità e della solidarietà; grazie al Villaggio Amatrice, con parte dell’incasso devoluto in beneficienza alla città di Amatrice e ai suoi abitanti, il commosso contributo di Anna Moroni con “La mia Amatriciana” e le tante attività benefiche messe in atto nell’arco del Festival, tra cui la partecipazione straordinaria degli Chef Gianfranco Vissani, Fabrizio Rivaroli ed Elisabetta Brogi alla serata di gala presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito di Foligno di sabato 01 ottobre, il cui scopo è stato quello di raccogliere fondi da donare ai bambini e ai ragazzi provenienti dai territori di guerra che Caritas sta accogliendo in Grecia e da destinare, in parte, alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

Apprezzatissimi infine gli spettacoli sul palco del Festival, che hanno riempito le piazze non solo nel weekend e nonostante qualche goccia d’acqua; massiccia partecipazione anche per la Mezza Maratona – Città di Foligno by Atletica Winner, che quest’anno ha stracciato il record delle presenze 2015 e avuto come pace maker d’eccezione Leonardo Cenci. La Maratona è stata vinta da Kanda Jonathan Kosgei che è ha percorso i 21,097 km della corsa con un tempo di 01:06:21, aggiudicandosi il primo posto per un solo secondo rispetto Tiongik Paul; ma sul palco de I Primi d’Italia è stato incoronato anche un altro vincitore: Leonardo Petre, che con la favola “L’orso goloso”, ha vinto il primo premio del contest “Le favole di Nonno Nanni” sponsorizzato dall’omonima azienda. Una storia da creare in famiglia, un’occasione di dialogo e creatività per stimolare l’originalità e lo spirito artistico nei più piccoli: questa la mission del contest che ha voluto premiare proprio la fantasia di un piccolo umbro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*