Ha preso il via ‘I giorni delle rose’ a Villa Fidelia di Spello

i giorni delle rose, villa fidelia
La cerimonia inaugurale de 'I giorni delle rose'

(umbriajournal.com) by Avi News SPELLO – Ha preso il via venerdì 3 giugno nella consueta cornice di Villa Fidelia a Spello ‘I giorni delle rose’, evento dedicato alla regina dei fiori, protagonista nell’arte, nella cultura e nell’artigianato, che proseguirà fino a domenica 5 giugno tra esposizioni, conferenze e iniziative collaterali. ‘Rose e profumi’ è il tema della quarta edizione che nel ricco programma prevede una mostra mercato di florovivaisti specializzati, ibridatori di rose, espositori di arredi da giardino, artigianato verde e animali da ornamento, ma anche di rose declinate in decoro della casa, libri, moda, maiolica, bellezza e cucina. Organizzata dai Garden club di Perugia e Terni, in collaborazione con la Provincia di Perugia e il Comune di Spello, la kermesse floreale è stata inaugurata da Giuseppina Massi Benedetti, ideatrice dell’evento e presidente del Garden club di Perugia, insieme a Laura Chiari, presidente del Garden club di Terni, alla presenza di Fabio Paparelli, vicepresidente della giunta regionale, Moreno Landrini sindaco di Spello, Erika Borghesi, consigliere delegato della Provincia di Perugia, Francesca Malafoglia, vicesindaco di Terni. “Obiettivo dei Garden club – hanno affermato Massi Benedetti e Chiari – è quello di diffondere la cultura del verde e per questo l’ingresso all’evento è gratuito”. Parole riprese anche da Paparelli che ha parlato dell’importanza dei Garden club “dal punto di vista della cooperazione alla protezione della flora e come enti promotori di arte, cultura, economia e turismo”. Presente alla cerimonia inaugurale, condotta da Ambra Cenci, anche una delegazione della Repubblica di Bulgaria con 100 rose damascene i cui oli essenziali sono alla base di tutti i profumi. “Villa Fidelia è legata alla Bulgaria – ha ricordato Borghesi, in rappresentanza del presidente della Provincia di Perugia Nando Mismetti – come testimonia la storia. È in questa villa che nel 1930 si svolse il ricevimento di nozze dello zar Boris III di Bulgaria e Giovanna di Savoia”. A sottolineare, invece, come Villa Fidelia dopo ‘I giorni delle Rose’ sarà protagonista di un’importante estate in musica è stato Moreno Landrini. Dopo i saluti istituzionali un momento toccante con il conferimento del premio di laurea intitolato a Margherita Curli. A ricevere il riconoscimento Marta Mastrini per una tesi sul recupero a verde di un’area pubblica, alla presenza di Fabrizio Figorilli, pro-rettore dell’Università degli studi di Perugia in rappresentanza del rettore Franco Moriconi. Nel corso della mattinata è stata inaugurata anche la pregiata mostra ‘Giardini di Seta’ che vede in esposizione 40 storici foulard floreali, tra cui il famoso ‘flora’ disegnato per la principessa Grace di Monaco, realizzati per la maison Gucci negli anni ’60 e ’70 dall’artista piemontese Vittorio Accornero. Ad animare l’evento anche una sfilata dello storico atelier fiorentino ‘Giulia Carla Cecchi’. Tra le prossime iniziative, sabato alle 10, Laura Bosetti Tonatto, creatrice di profumi di fama internazionale che annovera una collezione di fragranze creata per la regina Elisabetta II d’Inghilterra, terrà una lezione, su prenotazione, in cui spiegherà i metodi di produzione delle fragranze. Nel pomeriggio prevista una degustazione del gelato alla rosa di Mastro Cianuri fatto con petali biologici della Rosa del Borghetto. Domenica alle 11.30, poi, è in programma la terza edizione del concorso nazionale di poesia che quest’anno ha come tema ‘Il mistero della rosa’. Le opere vincitrici saranno pubblicate in un libro presentato nel corso dell’evento. Alle 16.30, il ‘Roseto Fineschi’, vincitore del prestigioso premio ‘Roseto dell’anno’ conferito dall’ ‘American Rose Society’ per le 6.500 varietà di rose che ne fanno la più grande collezione privata del mondo, riceverà il premio ‘I giorni delle rose – Roseti d’Italia’ a cura di Eraldo Antonini, coordinatore tecnico-scientifico della rivista Giardini. A seguire, alle 17, ‘Una rosa in testa’, la premiazione alla miglior acconciatura o cappello con rose portati dai visitatori e alle 18, a chiudere, il concerto ‘Omaggio all’Umbria’ di Laura Musella.

 

Cristina Biondi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*