Motori, presentato nuovo Kia Sportage alla concessionaria Centralcar

Andrea e Ettore Pedini
Da sinistra, Andrea e Ettore Pedini

Il lancio, in Umbria, accompagnato da Sportage food experience, tra cucina e dj set – L’ultimo Suv della casa sudcoreana si è mostrato in anteprima regionale a Perugia

kia sportage(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Kia Sportage è ‘nato per stupire’, come recita lo slogan che accompagna il suo lancio sul mercato, e ci ha provato anche a Perugia, alla concessionaria Centralcar di via Gerardo Dottori, dove è stato presentato, mercoledì 17 febbraio, in anteprima regionale. Qui il pubblico ha potuto godere della Sportage food experience, un mix di catering live e dj set per un’esperienza sensoriale unica, con piatti creati appositamente da chef e la migliore musica del momento. E così i presenti hanno potuto assaporare una grande varietà di  finger food e piatti caldi, come ravioli di magro con ragù bianco ai carciofi, il tutto accompagnato da pop e disco music. Ma gli occhi erano puntati principalmente sul nuovo Kia Sportage. Lungo 4,48 metri, con una capacità di bagagliaio di 503 litri, il nuovo Suv di quarta generazione della casa sudcoreana si presenta con un design dinamico unito a un allure sportiva, interni soft touch e finiture di pregio che gli conferiscono eleganza.dj set sportage food experience

“Dopo 5 anni – ha affermato Andrea Pedini, responsabile vendite Centralcar, marchio Kia motors – era difficile riuscire a fare un macchina che fosse più bella e affascinante del vecchio modello che ha riscosso un successo a livello europeo. Oggi il Suv si presenta molto più accattivante e aggressivo e si differenzia in tutta la linea. È vero che ha lo stesso motore 1.7 da 115 cavalli, è stata però aumentata la coppia da 240 a 280 newton/metri perciò il motore risulta più elastico e fluido. La macchina è stata allungata di 4 centimetri, possiede uno spazio interno più ampio e la sua rigidità è stata ampliata del 30 per cento, il che garantisce maggiore stabilità e confort”.

Chef sportage food experience

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*