Primi d'Italia

Presentato ‘Cultura in goal’ di Group Tevere servizi e Ac Perugia Calcio

cultura in goal
Da sinistra Giovanni Guerri, Elisa Benvenuta, Eugenio Rondini, Letizia Guerri, Mauro Lucarini, Michele Bettarelli

Progetto di promozione territoriale che mette insieme cultura, sport e turismo – A Passignano sul Trasimeno, Gualdo Cattaneo e Città di Castello dal 25 luglio al 28 agosto

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Un’iniziativa che mette insieme cultura, sport e promozione turistica. È ‘Cultura in goal’, il progetto ideato e organizzato dalla società cooperativa Group Tevere servizi che vede la partecipazione dell’Ac Perugia Calcio e il patrocinio di Regione Umbria, Comuni di Città di Castello, Gualdo Cattaneo e Passignano sul Trasimeno.

I presenti Alla presentazione, giovedì 28 aprile a Perugia, hanno preso parte Eugenio Rondini, Michele Bettarelli ed Elisa Benvenuta, vicesindaci rispettivamente di Passignano sul Trasimeno, Città di Castello e Gualdo Cattaneo, Letizia Guerri per Group Tevere servizi, Baldissera Di Mauro, responsabile del servizio Valorizzazione delle risorse culturali e sportive della Regione Umbria, Mauro Lucarini e Giovanni Guerri, il primo dirigente generale e il secondo responsabile del settore giovanile del Perugia Calcio.

L’obiettivo è comunicare e promuovere piccole realtà territoriali umbre con le loro eccellenze in ambito artistico, paesaggistico e alimentare, coinvolgendo gli sportivi del settore giovanile agonistico del Perugia calcio che affronteranno la preparazione atletica estiva in quattro location umbre dal 25 luglio al 28 agosto. In particolare toccherà alla Primavera allenarsi a Castel Rigone (Passignano sul Trasimeno) dal 25 al 31 luglio mentre dall’1 al 7 agosto sarà l’Under 17 serie A e B a calcare lo stesso campo. Dall’8 al 14 agosto i ragazzi dell’Under 17 Lega Pro saranno a Marcellano (Gualdo Cattaneo), mentre dal 15 al 21 agosto sarà la frazione di Morra (Città di Castello) a ospitare l’Under 15. Città di Castello, infine, dal 22 al 28 agosto, ospiterà i Giovanissimi regionali e sperimentali. Gli atleti avranno la possibilità di conoscere storia e tradizioni dei territori ospitanti attraverso l’arte e la gastronomia locale, parte integrante della dieta alimentare che seguiranno, e animeranno i paesi coinvolti attraverso tornei triangolari con società di calcio professionistiche e locali.

“Si tratta di un progetto di promozione culturale 3.0 – ha affermato Letizia Guerri – perché gli atleti sono chiamati a partecipare attivamente anche con il concorso fotografico a loro dedicato ‘Lo scatto della cultura’. Attraverso un selfie, inserendo l’hashtag #CulturainGoal e postandolo sui loro profili social con il nome della località che li ospita, contribuiranno a far circolare la bellezza e le eccellenze dell’Umbria”. A partire da giugno sarà attivo il sito web www.culturaingoal.it, raggiungibile anche da quello ufficiale del Perugia calcio, con tutte le informazioni su date e percorsi culturali, nonché la gallery del concorso fotografico. “Il Perugia – ha dichiarato Giovanni Guerri – è forse la prima società italiana a essere coinvolta in un simile progetto. È un orgoglio potervi partecipare e constatare che il nostro settore giovanile è formato principalmente da atleti locali”. “L’Umbria è piccola – ha commentato Benvenuta – ma le sue eccellenze sono grandi. Gualdo Cattaneo, ad esempio, offre un sistema di castelli e borghi ristrutturati, eccellenze enogastronomiche come olio, porchetta e cicotto ma anche sport con un importante settore giovanile. Uniti, Comuni e Regione, riusciremo a vincere la ‘partita’ della promozione delle nostre eccellenze”. “Da noi – ha dichiarato Bettarelli – i ragazzi potranno ammirare l’oratorio di San Crescentino con gli affreschi di Luca Signorelli, il centro storico di Città di Castello e la collezione Burri. È un progetto intelligente che coniuga sport e cultura”. “A Castel Rigone gli atleti – ha detto Rondini – avranno la possibilità di allenarsi nell’impianto sportivo che è un fiore all’occhiello dell’Umbria e partecipare a eventi come il Festival dei giovani concertisti e la Festa dei barbari”.

Rossana Furfaro

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*