Premiati i vincitori del progetto “Ciao”

Si è concluso il progetto CIAO- Creazione d’Impresa e Azioni di Orientamento, progetto finanziato dalla Regione Umbria, Fondo Sociale Europeo, e gestito dalla Associazione Temporanea di Scopo tra ARIS Formazione e Ricerca, Ce.S.A.R. e PNICUBE. Presso l’Aula 1 del Dipartimento di Economia a Perugia, si è svolto l’ultimo degli incontri previsti, dal titolo “Le imprese fattibili”, nel corso del quale sono state presentate tutte le idee imprenditoriali elaborate dai partecipanti al progetto, individualmente o in piccoli gruppi, con il supporto di esperti e consulenti.
Il progetto, svoltosi da settembre 2014 a giugno 2015, ha previsto la realizzazione di un percorso integrato di orientamento per promuovere la cultura d’impresa e contribuire all’inserimento nel mercato del lavoro dei laureati anche attraverso l’avviamento al lavoro autonomo o cooperativo.

In particolare sono state realizzate tre tipologie di azioni di informazione e consulenza, tra loro integrate: seminari tematici, focalizzati su aspetti chiave del processo imprenditoriale/lavoro autonomo; uno sportello di consulenza individuale, presso ARIS, che ha fornito eventuali approfondimenti a supporto dei beneficiari; gruppi di lavoro, assistiti da un consulente, che hanno portato i partecipanti a sviluppare un’idea d’impresa. Destinatari del Progetto sono stati giovani in possesso di Laurea (Triennale o Magistrale) conseguita dopo il 9 Maggio 2013, o studenti prossimi alla Laurea, provenienti da ogni indirizzo di studi, residenti o domiciliati nella Regione Umbria.

“Aris formazione e ricerca in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia – dice Adriano Padiglioni Presidente di Aris Formazione e Ricerca- ha promosso questo progetto che aveva un obiettivo importante: partire da giovani laureati che avevano fatto i propri studi su materie economiche per realizzare un’impresa. Mettendo insieme soggetti importanti come la Legacoop, Banca Etica ed il Forum dei Giovani siamo riusciti a orientare e rendere realizzabili dei progetti che ancora sono embrionali, ma speriamo che in un prossimo futuro possano trovare dei partner che possano lanciarli sul mercato. Nell’attesa abbiamo premiato i più meritevoli con un piccolo contributo economico che li ripaga in minima parte dei grandi sforzi fatti in questi mesi.”

Il progetto CIAO- Creazione d’Impresa e Azioni di Orientamento è stato sia uno strumento di orientamento per promuovere la cultura d’impresa e contribuire all’inserimento nel mercato del lavoro dei laureati anche attraverso l’avviamento al lavoro autonomo e/o cooperativo ma anche essere un supporto a coloro che avevano un idea imprenditoriale e non sapevano come realizzarla.
“Come Legacoop – afferma Andrea Bernardoni – siamo impegnati nel supporto di nuove idee di impresa, questa attività è per noi centrale per lo sviluppo della nostra Regione e del nostro Paese. Crediamo come cooperazione che questa sia una cosa che dobbiamo fare perchè è nella nostra missione, ed è per questo che ci impegnamo giornalmente nel supporto di giovani imprenditori cooperativi e non per creare sviluppo economico e coesione sociale”.

Il progetto ha visto la partecipazione di 35 giovani; che al termine del percorso hanno prodotto un Progetto concreto da realizzare:
Agostini Matteo e Di Primio Guido , “Il vivaismo come nuova opportunità lavoro”
Arcangeli Carlo – “Ermez”
Bricca Mirko – ‘‘E-L-Trade’’
Caiello Mirko – “La ginestra: una fibra da riscoprire e sperimentare”
Corgna Alessandro – “Creazione di rete e facilitazione della gestione aziendale attraverso l’APPlicazione GREEN JOBS”
Fusco Francesco – “Orto virtu(re)ale”
Manco Marco Fernando – “Agrisport Sociale”
Moriconi Giancarlo – “Comunità Accoglienza Moriconi”
Proietto Maria Isabella – “Progetto Cromosoma”
Saitta Valerio – “Acquisitionem Scientiae”
Tosti Patrizia – “La Sfida Del Cambiamento”

Nell’ultimo incontro, sono stati premiati i 3 progetti di ritenuti migliori sulla base dei seguenti criteri, in ordine di importanza: cantierabilità in tempi brevi, originalità e innovatività, coerenza tra progetto d’impresa e requisiti del candidato (ovvero competenze, risorse a disposizione da investire nel progetto, determinazione e convinzione).
1° CLASSIFICATO: Fusco Francesco – “Orto virtu(re)ale”
“Prevede -dice Francesco Fusco ideatore del progetto- la creazione di 150 orti presso un’azienda agricola da far gestire agli utenti tramite un’interfaccia grafica tipo Farmville user-friendly sul web. Verranno anche fornite delle nozioni sull’educazione alimentare incentrate sugli ortaggi e dedicate espressamente ai più giovani. Dopo la raccolta gli ortaggi saranno distribuiti ai rispettivi contadini del web tramite un servizio di distribuzione.”

2° CLASSIFICATO: Corgna Alessandro – “Creazione di rete e facilitazione della gestione aziendale attraverso l’APPlicazione GREEN JOBS”
3° CLASSIFICATA: Proietto Maria Isabella – “Progetto Cromosoma”
MENZIONE D’ONORE PER:
Arcangeli Carlo – “Ermez”
Caiello Mirko – “La ginestra: una fibra da riscoprire e sperimentare”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*