PERUGIA, VILLA UMBRA: SEMINARIO SUL RUOLO DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO A SERVIZIO DELLA “DOMICILIARITA'”

Applicazione Legge Delrio, giornata formativa a Villa Umbra
Villa Umbra
Villa Umbra
Villa Umbra

(umbriajournal.com) PERUGIA  – Domani 6 settembre, alle ore 8.30, si terrà il Seminario sul ruolo dell’Operatore Socio Sanitario a servizio della domiciliarità,patrocinato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica.

Il seminario, che si terrà a Villa Umbra di Pila, è organizzato dell’Associazione “La Bottega del Possibile”, dal Consorzio Auriga e dall’Associazione P.I.A.C.E. L’operatore Socio Sanitario (OSS)costituisce un “pilastro portante” nella presa in carico della persona nel quadro del lavoro di cura e della rete dei servizi.

Questa figura è essenziale nel Sistema della “Domiciliarità”, è un operatore di base e non di basso livello, impegnato nel lavoro di cura a domicilio, nei Centri diurni, nelle strutture residenziali e in ospedale. L’OSS deve operare in modo integrato, attraverso un lavoro di squadra, soprattutto con gli assistenti familiari, gli infermieri, i terapisti della riabilitazione, gli assistenti sociali, i medici di famiglia per poter, insieme anche alla famiglia, aiutare le persone più fragili.

L’Operatore Socio Sanitario ha diritti ma anche doveri nella sua professione di aiuto, perché è l’operatore della relazionalità nella manualità e nel sostegno e quindi andrà assicurata loro una formazione costante, che l’OSS stesso deve volere.

L’apertura dei lavori sarà tenuta da Alberto Naticchioni , Amministratore Unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica e da Edi Cicchi, Presidente Consorzio Cooperative Sociali “Auriga”, Perugia. Il primo intervento approfondirà, il ruolo dell’OSS a sostegno della persona nel sistema domiciliarità, grazie all’intervento di Mariena Scassellati Sforzolini, Presidente dell’Associazione “La Bottega del Possibile”

Seguirà Francesca Carloni, referente tecnico Assistenza domiciliare Territoriale Consorzio “Auriga”, analizzando il ruolo dell’OSS nell’evoluzione dei servizi domiciliari: dalla persona alla rete territoriale. Perché l’associazione scientifica P.I.A.C.I. è interessata alla figura dell’OSS è il tema che sarà sviluppato da Luisa Spisni, assistente sociale, membro Associazione P.I.A.C.I. Arezzo. La giornata continuerà con l’approfondimento del progetto personalizzato con l’apporto anche dell’OSS, sia nella valutazione, che nella gestione – curato daAnnalisa Longo, geriatra, S.C. Geriatria, Ospedale S.Maria della Misericordia, Perugia e Giuseppina Bioli, medico, Direttore del Distretto del Perugino.

La mattinata si concluderà con l’intervento di Claudio Pedrelli, assistente sociale, Comune di Scandiano (RE) e membro Associazione P.I.A.C.I. il quale farà chiarezze sulle relazione d’aiuto e l’ascolto, strumenti di qualità nel lavoro di cura. Nel pomeriggio sono previsti gli interventi di Andrea Bernardoni, Legacoop Umbria e Carlo Di Somma, Confcooperative, Umbria. Il seminario terminerà con un esame degli strumenti di sostegno per l’operatore socio sanitario tenuto da  Salvatore Rao, Vice Presidente de “La Bottega del Possibile”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*