PERUGIA, SCADENZA 6 APRILE PER ASSEGNARE A MONTONE TITOLO “BORGO DELL’ANNO”

Alle falde del Kilimangiaro
Alle falde del Kilimangiaro
Alle falde del Kilimangiaro

(umbriajournal.com) PERUGIA – C’è tempo fino al 6 aprile per far assegnare a Montone il titolo di “Borgo dell’Anno” o “Borgo dei Borghi” nell’ambito de “Alle falde del Kilimangiaro” in onda ogni domenica ad iniziare dalle ore 15.00 su Rai Tre.

Il comune valtiberino e feudo dei Fortebracci è risultato, infatti, fra i 20 luoghi d’Italia che la celebre trasmissione televisiva condotta da Licia Colò e Dario Vergassola ha selezionato in collaborazione con l’Associazione “Borghi d’Italia”. Il premio sarà assegnato nel corso della puntata di domenica 20 aprile.

Per quanti volessero concorrere a far eleggere Montone possono contribuire collegandosi al sito della trasmissione, e dopo una breve registrazione votare. Da sottolineare che è possibile un solo voto ogni 24 ore. “Siamo orgogliosi che Montone sia risultato tra i Borghi più belli dell’intera Penisola – hanno commentato il sindaco Mariano Tirimagni e l’assessore al Turismo Mirco Rinaldi -.

È un apprezzamento che ci rende onorati, pertanto muoviamo un appello affinché numerosi partecipino con il proprio voto per far vincere questo suggestivo Borgo situato in un luogo ancora incontaminato dell’Umbria, ricco di tradizioni e in cui la qualità della vita è rimasta ad ottimi livelli. Questo trova conferma – proseguono i due amministratori – nella scelta sia di molti turisti che ogni anno vi si recano che di molti personaggi illustri che l’hanno prediletta come loro dimora.

Da sottolineare importanti manifestazioni che arricchiscono culturalmente l’offerta turistico promozionale del territorio. Pensiamo ad esempio all’Umbria Film festival” che si svolge nel mese di luglio, la “Donazione della Santa Spina” in agosto, patrocinata dall’Unesco e la Festa del Bosco tra ottobre e novembre, la Rassegna bandistica organizzata dalla Banda cittadina, nata nel Risorgimento che grazie al suo impegno mantiene viva una tradizione musicale a cui aderiscono sempre nuovi giovani. Tutte manifestazioni – concludono – rese possibili grazie al fervido lavoro di tanti volontari membri di associazioni presenti numerose sul territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*