PERUGIA, PROGETTO PAUL BEATHENS RISCOPRE IL MERCATO COPERTO

Umbria grida terra
Umbria grida terra
Umbria grida terra

(umbriajournal.com) PERUGIA – Dal 7 al 9 marzo 2014 Progetto Paul Beathens restituisce alla città un pezzo importante di storia: il Mercato Coperto tornerà ad essere il cuore di pulsante di Perugia con una tre giorni di eventi all’insegna di un nuovo modello di sviluppo e socialità. “Umbria grida Terra” è una mostra mercato con tutto il meglio delle eccellenze e dei prodotti tipici locali, ma anche convegni, concerti, mostre fotografiche, laboratori teatrali e tantissime attività collaterali che si intersecano per la riattivazione di uno spazio considerato comune per eccellenza.

Nel piano alimentare del grande edificio di piazza Matteotti, la mostra mercato si svilupperà come un percorso sensoriale e culturale alla scoperta dei migliori prodotti tipici locali. Vignaioli, ortolani, contadini, allevatori, casari, cuochi e artigiani presenteranno i loro prodotti, tutti accomunati dall’attenzione per alcuni valori imprescindibili: rispetto del lavoro e dell’ambiente. Ciclo produttivo chiuso, basso impatto ambientale, impegno per garantire i diritti dei lavoratori, la provenienza a km zero dei prodotti, sono i requisiti fondamentali per partecipare a “Umbria Grida Terra”.

All’interno del mercato coperto saranno presenti le più rilevanti realtà agroalimentari della regione, otto aziende vitivinicole e otto agroalimentari, piccoli produttori di qualità al di fuori della grande distribuzione organizzata che faranno degustare i propri prodotti illustrando tutte le varie fasi di realizzazione. All’ingresso della mostra mercato sarà possibile acquistare un ticket comprensivo di piatto biodegradabile, cucchiaio di legno e sacca porta bicchiere per la degustazione.

Ad arricchire la mostra mercato anche la presenza di importanti cuochi pronti ad educare e stupire tramite l’elaborazione e la preparazione in loco di prodotti locali e di stagione presenti all’interno della fiera e che saranno degustabili nell’area “Mangiapanoramico”. Gli chef realizzeranno ricette tipiche della tradizione umbra e coinvolgeranno gli spettatori in veri e propri corsi di cucina locale. Le saracinesche dei box ormai chiuse da anni si animeranno poi con i migliori artigiani locali per una riflessione sul recupero del lavoro manuale, del saper fare contrapposto all’acquistare, il riparare anziché buttare.

Nei tre giorni della manifestazione gli stand dei produttori saranno aperti dalla mattina alla sera, dopodiché ci si sposterà tutti all’interno del bar dove sarà possibile continuare a degustare i prodotti degli espositori e si potrà assistere a concerti, performance musicali, artistiche e pittoriche. L’idea di base promossa da Progetto Paul Beathens è il recupero e la valorizzazione del Mercato Coperto come motore economico e culturale del centro storico e l’incentivazione di un nuovo modello di sviluppo legato ai prodotti del nostro territorio.

La formula della contaminazione tra proposta enogastronomica e artistica mira alla ridefinizione del Mercato non come semplice luogo di consumo ma come spazio di socialità e cultura, in cui l’incontro tra prodotti del territorio e forme artistiche concorre alla costruzione di un nuovo modello di società che rimetta al centro della vita comunitaria significati altri dal semplice consumo. Progetto Paul Beathens nasce come strumento per riappropriarsi di una coscienza civica e politica che necessita di tornare ad essere protagonista. Il lavoro e l’analisi politico-sociale dell’associazione si concretizza in ultimo nella costruzione di iniziative che intendono proporsi come dei veri e propri “laboratori di cambiamento” in vista di un ripensamento collettivo dello spazio urbano e della produzione di nuovi modelli socio-economici.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*