PERUGIA, NOTTE EUROPEA RICERCATORI: SHARP,SHARING RESEARCHERS’ PASSIONS

Sharp
Sharp
Sharp

(umbriajournal.com) PERUGIA – Arriva in Umbria la Notte Europea dei Ricercatori, Sharp, Sharing Researchers’ Passions. Promossa dalla Commissione Europea, l’iniziativa di divulgazione scientifica, si svolgerà contemporaneamente in oltre 300 città dell’Unione e 22 città italiane, coinvolgendo per la prima volta anche Perugia, Foligno e Terni con una serie di attività coordinate da Psiquadro in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia e l’Agenzia Umbria Ricerche.

Le iniziative che avranno inizio a partire dalle 17 prevedono alcuni eventi clou nel corso della serata. Tra questi, dalle ore 20.30 alla Sala dei Notari, sono attesi il collegamento con Fabiola Gianotti (la fisica alla guida del gruppo di scienziati che ha trovato il bosone di Higgs), e il messaggio dell’astronauta Luca Parmitano. Tutto nel corso dell’evento “Particle Physics” curato dalla Sezione di Perugia dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Per il suo valore culturale, Sharp, inserito nel programma tracciato da UmbriaScienza, ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dei Comuni di Perugia, Terni e Foligno e il sostegno di molti partner tra i quali la Regione Umbria.

“La Regione Umbria – sottolinea Lucio Caporizzi (Direttore alla “Programmazione, Innovazione e Competitività della Regione Umbria”) – , da sempre in prima linea per la diffusione dell’innovazione, ha scelto di sostenere SHARP in qualità di cooperating partner perché  grazie ai suoi eventi divertenti, istruttivi e originali  sia possibile avvicinare ancor più i giovani alla ricerca, elemento indispensabile per il progresso del nostro territorio. Continua, inoltre, il nostro impegno nell’ambito dello Science Fest per aggiungere un elemento in più a sostegno del passaggio della Scienza dal laboratorio all’impresa e alla società”.

Obiettivo di Sharp (uno dei 7 progetti italiani finanziati dalla Commissione Europea) è di creare occasioni d’incontro fra pubblico e ricercatori a partire dalle passioni che accomunano scienziati e cittadini, dalla musica, alla cucina, dal viaggio, alla fotografia, allo sport. Saranno proprio queste “passioni” a fare da filo conduttore agli oltre venti eventi in calendario, fra spettacoli, caffè scientifici, giochi di ruolo e laboratori interattivi che coinvolgeranno giovani ricercatori. Tra questi anche ricercatori di aziende come la Novamont, che sarà anche partner tecnico attraverso la fornitura di catering biodegradabile e compostabile in Mater-Bi.

“Per la prima volta il Perugia Science Fest si apre con un evento di dimensione regionale che vede l’attiva partecipazione dei giovani ricercatori dell’Ateneo e che, proprio nel momento in cui la città sta vivendo la fase finale della sua candidatura a capitale europea della cultura, valorizza in quest’ottica l’intero territorio umbro”, commenta Leonardo Alfonsi, Direttore del Perugia Science Fest e Presidente di EUSEA (European Science Events Association). “A questo proposito – sottolinea -, siamo lieti di accogliere il Project Officer che coordina le Notti dei Ricercatori in tutta Europa, che ha scelto di visitare proprio Perugia, il prossimo 27 settembre, per partecipare alle iniziative proposte”.

Molti, come detto gli appuntamenti in programma. Gli appassionati di robot, non potranno mancare all’appuntamento con “The Lego Geek” dimostrazione sulle novità nel campo della robotica attraverso il gioco dei Lego, tenuta dall’inventore con la passione per i mattoncini colorati Daniele Benedettelli che porterà a Perugia il robot-pittore Legonardo (via della Viola, ore 17). Attenzione puntata sulla passione per il vino, dalle 21 al Giardino dell’Usignolo, con il dialogo realizzato in collaborazione con il Parco Agrotecnologico Alimentare dell’Umbria: “Lo spirito della ricerca”: una conversazione tra ricercatori con la passione per il buon bere. Avrà invece come protagonista la passione per la birra la serata proposta, alle ore 19 all’Elfo Pub, ospiti i ricercatori del CERB (Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra).

A condurre i visitatori nel cuore della materia con un potente microscopio elettronico ci penserà “The Picture Circus”, serie di proiezioni (fino ad ingrandire il milionesimo di millimetro) delle immagini più belle di fossili, cellule, circuiti e altro ancora, realizzate al microscopio a scansione elettronica e raccontate dai ricercatori del Laboratorio interdipartimentale LUNA (dalle 22, piazzale antistante il Dipartimento di Fisica – Via Pascoli). Spazio, infine, alla passione per la musica con il concerto “Recycled Music Live” che vedrà i Tetraktis esibirsi al Map di Ponte San Giovanni, utilizzando percussioni in vetro riciclato realizzate in collaborazione con l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale dell’Umbria (ore 21).

Da segnalare, per chi ama le indagini e le avventure, “Back to the future”, viaggio al Trasimeno in un autobus che come una macchina del tempo, condotta da due ricercatori, porterà i visitatori a fare osservazioni sul rapporto fra l’evoluzione del Lago e i cambiamenti climatici (partenza da Pian di Massiano – stazione autobus del Minimetrò alle ore 17 con rientro previsto per le 21,30).

A Foligno, in occasione de I Primi d’Italia, “Il futuro è servito” inviterà ricercatori, giornalisti e chef a trovare il giusto equilibrio fra genetica, etica e cucina molecolare per sfornare il piatto del futuro (ore 17,30 Green fresh fruit). A raccontare la scienza che sta dietro alla preparazione dei cibi, ci penserà invece “Scienza da bere e da gustare”: da irriducibili curiosi, i ricercatori che si sono dati appuntamento a Palazzo Spinola alle ore 21, saranno pronti a trasformare cibi e bevande in strumenti da laboratorio.

A Terni, presso il centro Caos, “Il mangiar bene – Sicurezza e qualità in tavola” (ore 17) accenderà la conversazione sui temi più controversi e le sfide legate alla qualità degli alimenti. Alle 17,30, sarà la volta di “Immagina…la vita!”, appassionante gioco per rivivere passo dopo passo l’evoluzione della vita sulla terra attraverso le ere geologiche e i cambiamenti climatici. Sul tavolo, anche la ricerca, l’esperienza, le politiche alimentari e le scelte dei cittadini. Si parlerà, invece de “Le città sostenibili” alle ore 21, nella stessa sede. Al centro della riflessione: l’energia, i trasporti, la gestione dei rifiuti e le relazioni fra abitanti in una possibile città futura. Alle 22,30, il ricercatore e chitarrista Luigi Battaglini, proporrà “Algoritmi sulle corde” per svelare come imitare il suono di una chitarra con l’aiuto dell’elettronica e della matematica. La notte dei ricercatori ternani finirà a suon di musica con “Researchers’ Silent Disco”, discoteca discreta e intensa come la passione che li fa ballare.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*