PERUGIA, INTITOLAZIONE 2 VIE AD ANTONIO CASTRUCCI E FRANCESCO FRANCESCAGLIA

Wladimiro Boccali
Boccali
Boccali

Questa mattina, la cerimonia di intitolazione delle Vie, alla presenza del sindaco Wladimiro Boccali, dell’assessore Monia Ferranti e di altre autorità. Via Antonio Castrucci è stata posta a Collestrada, presso la rotatoria che collega questa località con l’aeroporto di S. Francesco; Via a Francesco Francescaglia si trova, invece, a Ponte della Pietra.

Il Sindaco Boccali: “Con la giornata di oggi non solo ricordiamo due figure di grande rilievo per la città, ma rendiamo onore al lavoro, alla passione, alla professionalità con cui Antonio Castrucci e Francesco Francescaglia hanno contribuito alla crescita della vita culturale, sociale, politica ed economica di Perugia. Due straordinari educatori che, con le loro idee, con la loro capacità di guardare oltre il presente, hanno impresso un nuovo passo alla città. E ancora oggi sono visibili i frutti della loro azione che non è andata persa nel tempo, ma che possiamo ammirare ogni giorno attraverso due istituzioni, l’Onaosi e il Liceo Classico Mariotti, che sono eccellenze e punto di riferimento per i perugini e per i tanti studenti, persino da fuori regione, che le frequentano”.

Antonio Castrucci,figura di primissimo piano all’interno dell’ONAOSI. Nel 1957, per la prima volta, l’ONAOSI deliberò l’apertura a Perugia di una struttura da destinare agli studenti universitari. Castrucci, arrivato a Perugia a metà degli anni 50 prima come istitutore, poi come dirigente del primo nucleo della sezione universitaria, divenne direttore e poi Rettore del Collegio maschile. Il primo Pensionato Universitario, nel quale furono ospitati sedici giovani, venne accolto in due appartamenti acquistati dall’ONAOSI in Via Eugubina, a fianco del Policlinico di Monteluce. Castrucci ebbe modo di accompagnare e dirigere la crescita dell’ONAOSI, il suo trasferimento dalla struttura di Monteluce, nei pressi dell’allora Policlinico, a Via delle Streghe, fino alla realizzazione, con conseguente trasferimento, in Via Antinori.

Francesco Francescaglia, docente di Filosofia, e successivamente preside per 18 anni (dal 1956 al 1974) al Liceo Classico “Annibale Mariotti” di Perugia. Studente in Lettere e Filosofia all’Università di Firenze, Francescaglia ebbe modo, in quel periodo, di confrontarsi con giovani intellettuali antifascisti, tanto che, tornato a Perugia nel 1941, entrò subito in contatto con Aldo Capitini e Averardo Montesperelli, con i quali, dietro la facciata di una sezione perugina del Reale Istituto di Studi Filosofici, improntato agli studi gentiliani, riuscì a innescare una proficua polemica antifascista.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*