Perugia, Folli Creatori in Piazza Grimana nel segno del Gorino

Foto Manifestazione 2012
Foto Manifestazione 2012
Foto Manifestazione 2012

(umbriajournal.com) Perugia – La tradizione goriniana vuole che l’evento sia “a beneficio di tutti quelli che c’hanno gli orecchi sturati” e in Piazza Grimana, dopo polemiche e manifestazioni politiche, arriva la carovana della Follia Creatrice, con il suo carico di inventori, artisti, poeti, musicisti e creatori anti-conformisti. La storica piazza perugina che fu del Gorini, ospiterà infatti questo Sabato 14 Settembre dalle 18 in poi i concorrenti al “premio più folle del mondo”, indetto dall’Associazione Libero Pensatore. La quarta edizione del Premio Gorini per la Follia Creatrice si preannuncia veramente interessante, a partire dallo slogan: “in volo sulle ali della crisi”. Come afferma Angelo Fanelli, presidente dell’Associazione, “per noi, il messaggio rimane lo stesso, ed è quello di Vittorio Gorini, soprattutto se si tratta del cosiddetto degrado di Piazza Grimana: non c’è bisogno di affannarsi per ottenere chissà quale cambiamento epocale, basta cominciare dalle piccole cose, dall’incontrarsi di nuovo, come la briscola in piazza di qualche settimana fa. La sofferenza della città esiste, ma non viene da cause esterne, non viene dall’Altro. Viene dal riconoscere che abbiamo tutti perso qualcosa di valore: una Perugia dove le persone comunicavano e si incontravano. Volare sulle ali della crisi significa allora creare piccole iniziative che ci trasmettano un po’ di allegria, leggerezza, buon senso, ed anche un po’ d’imprevedibilità e follia per uscire dagli schemi preconcetti. Cominciamo tutti ad essere “per” e non “contro” qualcosa, a “sturare gli orecchi” e forse riusciremo veramente a trovare delle soluzioni creative e non-violente”.

 

 

Alla giuria, composta dalla pittrice e fotografa americana Stephanie Seymour, da due bambini, e da una giornalista locale, l’arduo compito di selezionare i vincitori, ai quali sarà assegnata una tanica di vino da 5 litri offerta dalle Cantine Terre del Carpine: i poeti Francesco Sperli (Roma) e Luciano Posti detto “Lupo” (Perugia) con delle composizioni originali, il perugino Filippo Menicucci con “Requiem per il Cinema più Pazzo del Mondo”,  i ternani “Uomo Luce” e “l’Oracolo Happy Hour Tour” (Cabaret e Tango), “i 17 di Mantignana” con una pittura estemporanea collettiva “Follia di Ferragosto”, e il Mantignanese Andrea Pioppi con una lezione di “Libero Impasto”. Fuori concorso, il gruppo Letture ad Alta Voce di Perugia con la favola “Il Letto Volante”, frutto di un progetto in collaborazione con il Comitato Chianelli di Perugia; Fabrizio Corvi e Barbara Pinchi con la performance “L’Eco della Mammella”, vincitrice della Biennale d’Arte Contemporanea di Anzio e Nettuno; e il gruppo olandese 5DVisions con il video musicale “Orecchi Sturati”, una versione chill-out del Gorini. Colonna sonora della serata, il chitarrista Salvatore Inguscio “Lu Bimbu”. L’ingresso è gratuito, come aggiunge Fanelli, anche per chi avesse gli orecchi sven-turati. Tutte le informazioni sul sito www.liberopensatore.it.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*