PERUGIA È STATO INAUGURATO IL NUOVO SHOWROOM DI SATIRI AUTO

500 abarth in esposizione nello show roomApprezzamento per l’investimento sul territorio, visto, in special modo, il momento di crisi economica. È stato il commento comune delle autorità locali che hanno partecipato, sabato 22 febbraio, all’inaugurazione del primo show room in città, a Perugia, in via Piccolpasso, zona Settevalli, di Satiri auto, concessionario Fiat Abarth da oltre 44 anni sul territorio umbro, con sedi a Gualdo Tadino, Ponte Felcino e Gubbio, che oggi occupa oltre 50 persone. “La nostra storia – ha raccontato Ubaldo Satiri – è iniziata a Gualdo Tadino nel 1966, quando, rientrato in Italia dopo 7 anni di lavoro all’estero, ho avviato questa avventura, con la speranza di restare nella mia terra. Successivamente abbiamo avuto la possibilità di aprire altre due sedi in Umbria e adesso siamo fortunati di poter annunciare un prossimo progetto a Perugia e un altro ancora su Foligno”.

“L’inaugurazione di questo spazio – ha, infatti, spiegato Annalisa Satiri – rientra in un più ampio progetto che svilupperemo nei prossimi mesi sul territorio perugino, sempre per i marchi Fiat e Abarth. Sono molto felice di poter festeggiare questo traguardo con le mie sorelle con le quali porto avanti il lavoro iniziato dai miei genitori”. Dopo il taglio del nastro, i saluti di Ubaldo Satiri e della figlia Annalisa, che ha parlato a nome di tutta la famiglia presente, e gli interventi di Nilo Arcudi, vicesindaco di Perugia, Domenico De Marinis, assessore della Provincia di Perugia, Stefano Vinti, assessore alla sicurezza stradale della Regione Umbria, il presidente dell’Automobile club di Perugia, Ruggero Campi, ha conferito alla famiglia Satiri un riconoscimento. “Fa piacere vedere come imprenditori legati al mondo della mobilità – ha commentato Campi – dimostrano speranza, continuando quella che è una tradizione del nostro territorio. Con il riconoscimento l’Automobile club, che in 90 anni di attività ha visto tanti uomini e donne impegnarsi per ‘motorizzare’ la nostra città, ha voluto testimoniare vicinanza a questa impresa”. “Questo evento richiama necessariamente il tema della sicurezza stradale – ha detto Vinti –. Le automobili oggi sono valutabili in relazione al grado di sicurezza tecnologica che possiedono. Questa si abbina alla necessità di avere infrastrutture adeguate e sempre vocate alla sicurezza stradale, che va alimentata e supportata attraverso la diffusione della cultura della stessa, già dall’età scolare. Per questo, a giorni, il Consiglio regionale dell’Umbria approverà la prima legge regionale in merito”. Con questo tema, a commento dell’inaugurazione, le autorità locali hanno anche messo al centro quelli dello sviluppo economico del territorio e dell’aumento dei livelli occupazionali della città, necessari in questo momento storico. “È un segnale di fiducia per le imprese e per la città – ha detto Arcudi –. Chi, in questo momento, ha il coraggio di investire va apprezzato e sostenuto. Lo facciamo come amministrazione comunale”. “Anche la Provincia di Perugia – ha commentato De Marinis – è vicina agli imprenditori che investono in città. Qui, in zona Settevalli, si sta creando un polo particolare del settore, nuova occupazione, un incremento dei servizi ai cittadini e una maggiore sicurezza sul territorio”.

Maria Cristina Costanza

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*