Perugia, dal 29 marzo al 5 ottobre “Sensational Umbria” by Steve Mccurry

Inaugurazione mostra Sensational Umbria Steve Mcurry (5)
Inaugurazione mostra Sensational Umbria Steve Mcurry (5)
Inaugurazione mostra Sensational Umbria Steve Mcurry (5)
PERUGIA – È il racconto di un viaggio in Umbria, interpretato dalla sensibilità dell’artista e dalla sua capacità di cogliere le esperienze di una vita quotidiana, radicata nella storia ma proiettata nel futuro, “Sensational Umbria by Steve McCurry”, la mostra che dal 29 marzo al 5 ottobre si terrà a Perugia, negli spazi espositivi dell’ex-“Fatebenefratelli” e del Museo di Palazzo Penna: cento scatti che il grande fotografo americano ha realizzato nel quadro del progetto “Sensational Umbria”, commissionatogli dalla Regione, e arricchiti per l’occasione da una serie di foto inedite, che McCurry ha tratto dal suo archivio personale.

Contenuti e significato della mostra, promossa dalla Regione Umbria in collaborazione con il Comune di Perugia, saranno illustrati venerdì 28 marzo presso la sede, completamente restaurata, dell’ex-“Fatebenefratelli”, antico convento e già ospedale, in una conferenza-stampa, convocata per le 11.30, alla quale prenderanno parte le massime autorità regionali e comunali. Alla stampa sarà riservata la visita in anteprima della mostra (di cui McCurry ha personalmente curato la direzione artistica e la pubblicazione del catalogo), che proseguirà nei locali di Palazzo Penna. Nel pomeriggio, alle 17, è prevista la cerimonia inaugurale, che si terrà, alla presenza del sottosegretario ai Beni Culturali, alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori. Alla cerimonia seguirà la visita della mostra, all’ex-“Fatebenefratelli” e a Palazzo Penna.

“È una mostra che s’inserisce in un più ampio progetto di valorizzazione del territorio umbro – sottolineano all’assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Umbria –, e costituisce una inedita guida fotografica, cui corrispondono percorsi turistici che offriranno l’opportunità di seguire il viaggio compiuto dall’artista durante la realizzazione del suo lavoro: percorsi – aggiungono -, capaci soprattutto di suscitare curiosità, emozioni e fascino della scoperta. Senza dimenticare – viene sottolineato – che l’evento fa parte delle numerose iniziative, messe in campo per sostenere la candidatura di Perugia a Capitale Europea della Cultura 2019”.

L’allestimento della mostra è stato affidato ad uno studio di design, vincitore del “Compasso d’oro”, che, oltre al sistema espositivo, ha curato la comunicazione della mostra in ambito urbano, attraverso il posizionamento di grandi installazioni in punti strategici della città. Una particolare attenzione è stata dedicata al basso impatto ambientale e al risparmio energetico delle strutture espositive: l’illuminazione è realizzata con tecnologia “led”, a basso impatto ambientale e ridotto consumo energetico; i materiali, come legno e “moquette”, sono anch’essi a basso impatto; la riduzione del consumo energetico è assicurata da un sistema demotico, integrato con telecamere, per lo spegnimento automatico del sistema di illuminazione; l’allestimento è modulare e riadattabile in qualsiasi spazio; le fotografie sono “incorniciate” in strutture in ferro zincato, anch’esse a basso impatto ambientale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*