Passignano sul Trasimeno, al via la due giorni di Ca’ di Bacco bio wine

Mostra mercato con 14 cantine biologiche e 80 stand di artigianato e gastronomia – Anita Tizzi (Group Tevere servizi): Bio, non tendenza di mercato ma sempre più stile di vita

(umbriajournal.com) by Avi News PASSIGNANO SUL TRASIMENO – Una festa di Calendimaggio dedicata al vino. In questo caso, a quello biologico e biodinamico. Con questo spirito, si è aperta nella mattinata di sabato 30 maggio, a Passignano sul Trasimeno, la terza edizione di ‘Ca’ di Bacco bio wine e non solo’, mostra mercato organizzata da Group Tevere servizi, in collaborazione con la Fondazione italiana sommelier (Fis), in scena nel borgo lacustre fino a domenica 31 maggio. Una due giorni a cui partecipano, con propri stand allestiti lungolago, 14 cantine umbre e abruzzesi e, con bancarelle sparse in tutto il paese, circa 80 piccoli produttori di artigianato, abbigliamento e gastronomia.

Presenti al taglio del nastro, Anita Tizzi e Carlo Ghigi, rispettivamente presidente e vicepresidente di Group Tevere servizi, Ermanno Rossi e Eugenio Rondini, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Passignano sul Trasimeno. A prendere parte alla cerimonia inaugurale, anche il deputato Mario Capanna intervenuto, poi, in qualità di appassionato e produttore d’olio, al convegno ‘AB Obiettivo territorio, quando il prodotto diventa brand del territorio’ che si è svolto, nell’ambito della manifestazione, alla sala multimediale San Rocco. Un incontro che ha visto relatori anche Raffale Capponi, responsabile di Cia Perugia, Gabriele Vignati, responsabile di Development manager China, e Giuliano Polenzani, dirigente della Regione Umbria. “La riscoperta e la rivalorizzazione di ciò che è tipico di un territorio – ha detto Capanna –, come risorsa eccellente per trainare un po’ tutte quante le altre produzioni, è assolutamente fondamentale. Perciò Ca’ di Bacco è un’iniziativa lungimirante e decisamente appropriata per promuovere le eccellenze territoriali umbre”.

Oltre all’aspetto principale, legato all’esposizione e vendita di vini e prodotti biologici e biodinamici, previste a Ca’ di Bacco anche degustazioni libere o guidate dai sommelier Fis i quali spiegano gli abbinamenti con i cibi e le caratteristiche organolettiche dei vini. “Quella del bio – ha commentato Anita Tizzi – non è solo una nuova tendenza di mercato ma uno stile di vita che sta sempre più prendendo piede e che si lega al voler star bene, al mangiare e bere sano. In quest’ottica sono anche le degustazioni. Il vino, infatti, va saputo assaporare e comprendere”. Accanto a quelle in programma nella prima giornata alla Rocca medievale, una sul tema dell’arte e un’altra della moda, domenica 31 maggio, alle 13, sempre alla rocca, si terrà una degustazione dedicata all’universo femminile che vedrà protagoniste le cantine ‘in rosa’, gestite, cioè, da donne. Alle 19, infine, nello stesso scenario, a conclusione della manifestazione, apericena bio vegan. Nel cartellone, anche musica e un tasting riservato a operatori del settore.

“A fare da cornice a questo splendido evento – ha sottolineato il sindaco Rossi – c’è un lago Trasimeno bello come non mai e un panorama mozzafiato. Ca’ di Bacco sta crescendo. Quest’anno abbiamo anche introdotto un concorso fotografico a tema riservato alle scuole di Passignano e del circondario. Noi ci crediamo e tutta la città è aperta a simili iniziative. L’estate passignanese è partita alla grande”. Le premiazioni del concorso si terranno domenica 31 maggio, alle 16.30, ai giardini del Pidocchietto dove è anche allestita la mostra fotografica con tutte le foto in gara.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*