Passignano, grande affluenza di persone al ‘Trasimeno vintage festival’

trasimeno vintage9

Prese ‘d’assalto’ le 30 bancarelle stile retrò e i 4 palchi musicali. Clou per la Notte vintage – Successo per ‘Manubrio e volante vintage’, raduno auto e moto d’epoca con equipaggio a tema

(umbriajournal.com) by Avi News PASSIGNANO SUL TRASIMENO – Terminata la due giorni di eventi, sabato 29 e domenica 30 agosto, il Trasimeno vintage festival si conferma come una delle manifestazioni estive più interessanti e attrattive del territorio lacustre. Per l’intero finesettimana, infatti, migliaia e migliaia di persone hanno affollato il lungolago di Passignano sul Trasimeno, chi per curiosare o fare shopping tra le 30 bancarelle allestite nel borgo, chi per assistere agli spettacoli e ai concerti della ‘Notte vintage’, chi, ancora, per rivivere i giochi della passata gioventù. Altri invece per partecipare con le proprie fiammanti auto, moto e vespe d’epoca al raduno ‘Manubrio e volante vintage’. “In soli tre anni – ha commentato a bilancio Marco Brilli, presidente dell’associazione FareFacendo che organizza l’evento – abbiamo portato questa manifestazione a un livello interessante. C’è ancora da fare sui contenuti e puntualizzare qualcosa ma abbiamo dimostrato come, in un periodo in cui tutti parlavano di vintage, noi, con le idee abbastanza chiare, lo abbiamo fatto toccando una moltitudine di aspetti e cercando di affrontare il tema anche dal punto di vista storico”.

Mercatino retrò. A farla da padrone, in entrambe le giornate, è stato ovviamente il mercatino dove è stato possibile trovare abbigliamento retrò per tutti i gusti, accessori e oggettistica di ogni tipo, l’intramontabile vinile con i successi degli anni passati, fumetti, riviste e tante curiosità. Più di nicchia e con pezzi anche molto ricercati, la mostra scambio dedicata alle quattro e due ruote. “È importante ricordare, conoscere e ritirare fuori – ha spiegato Brilli – gli oggetti di un tempo, cose di qualità e che ancora funzionano, capire come la tecnica si sia evoluta e farci anche delle domande su come siano cambiate, in meglio o in peggio, le nostre abitudini”.

Musica e giochi. Grande protagonista, inoltre, la musica revival diffusa, nei quattro palchi sparsi per la città, da dj e da band quali i Trasimeno Clearwater revival, Cora e gli Amarevoli e Lil’Cora and The Soulful Gang. Novità, lo spazio dedicato a giochi e videogame. “Abbiamo avuto come partner l’Ac Subbuteo Perugia 1973 – ha sottolineato Brilli –, associazione storica tra le più importanti del settore a livello europeo. C’è stato poi un excursus sul videogioco, una storia estremamente recente ma oggi molto di moda”.

Manubrio e volante vintage. Infine, l’atteso ritorno del raduno per auto e moto vintage, con equipaggio vestito a tema, vinto da Fabrizio Pedini e dalla sua Fiat 126 in stile hippy nella categoria auto, e da Silvano Puliti e dal suo Ducati Cucciolo nella categoria moto. Tanta folla per ammirare i numerosi veicoli, 50 macchine e 22 moto, alcuni anche particolarmente rari e spettacolari. “È un raduno sui generis – ha affermato Brilli – perché la necessità di vestire l’abito contestualizzato alla vettura ha creato subito un binomio molto gradito e bello da vedere. Siamo molto soddisfatti e diamo appuntamento alla prossima edizione a cui stiamo già lavorando”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*