Palio dei quartieri, la notte delle sorprese

Palio dei quartieri, la notte delle sorpreseE’ stata una notte di sorprese quella dell’apertura del Palio dei Quartieri 2014. Una notte in cui la città ha potuto ammirare le innumerevoli novità riservate dall’amministrazione comunale e dall’Ente palio dei quartieri. Novità e promesse. In una cerimonia presentata dalla giornalista Simona Fiordi, diventata ormai madrina del Palio dei Quartieri, la festa è iniziata con i tamburini dei due quartieri e con l’inno ufficiale “Aria di Festa”, eseguito dalla Corale Santa Cecilia. Entrando nel vivo sul palco sono quindi arrivati il sindaco Giovanni Bontempi, insieme ai presidenti dei due quartieri: Michela Giovagnoli (Borgo San Martino) e Luca Gallinella (Porta Santa Croce), insieme a Elisa Cacciamani a rappresentare l’Ente Palio e Carole Fotheringham, presidente della Pro Loco. Insieme al sindaco anche l’assessore provinciale alla Cultura, Donatella Porzi. Ripartiamo con emozione e andiamo a riconquistare spazi, con il borgo principale terminato e i portici, la taverna di San Martino, riaperta dopo il terremoto. Il frutto di un lavoro di tutti – ha detto Bontempi – ma anche del volontariato delle imprese che hanno lavorato sull’Umi1, che hanno realizzato la taverna. Il prossimo anno poi anche Santa Croce avrà la sua taverna. Così la festa si riapproprierà del centro storico in maniera completa». La Porzi ha sottolineato l’altissimo grado di crescita del Palio dei Quartieri, attraverso la presenza di tanti giovani. Ma anche l’unicità della festa, che rievoca due periodi storici differenti. In seguito il tradizionale scambio di doni tra i due emozionatissimi presidenti. Poi la sorpresa più grande: una corsa di portantine di “vecchie glorie” commentata
dalla voce del giornalista nocerino docg Alberto Scattolini. A correre quegli atleti non più giovanissimi ma che avevano corso per primi la gara. Corsa simbolica, ma che è servita al sindaco per promettere che si lavorerà da subito per riportare le gare atletiche nel centro storico. Presentati poi premio speciale, che sarà assegnato sabato a chi realizzerà le migliori rievocazioni storiche, e il palio, a chi vincerà le gare atletiche di domenica. Il primo è stato realizzato da Elvio Biagioni, il secondo da Francesca Ruiz de Ballesteros. A leggere il bando, dopo anni della storica voce Gilberto Scalabrini, ringraziato da tutto il Palio dei Quartieri, è stato l’attore Carlo Petrini. Durante la manifestazione a Paolo, un contradaiolo che non è potuto essere presente e al quale tutti hanno augurato di poter tornare presto. Ad allietare la cerimonia di apertura anche i numeri di spettacolo dei “Fratelli Ochner e della fucina del circo”. La festa intanto continua. Questa sera sfilerà il corteo storico di Borgo San Martino, dal titolo “All’inferno”. Domani sarà la volta di Porta Santa Croce, che metterà in scena “I mestieri”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*