Ottanta attività per lo Sbaracco in centro storico a Perugia

Tutto pronto per lo Sbaracco nel centro storico di Perugia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Sono 80 le attività che hanno aderito allo ‘Sbaracco il saldo dei saldi’, la due giorni in programma sabato 29 e domenica 30 agosto, nel centro storico di Perugia, in cui commercianti e artigiani, dalle 10 alle 20, venderanno i propri prodotti con uno sconto ulteriore rispetto a quello già praticato per i saldi di stagione, all’interno dei propri negozi o in banchi allestiti in strada. Abbigliamento e calzature le merceologie più numerose, ma si possono trovare anche prodotti di profumeria, beni per la persona, erboristeria, articoli per la casa e da regalo, artigianato artistico, antiquariato, cioccolateria e drogheria. Hanno aderito, inoltre, pubblici esercizi.

Partecipano in Corso Vannucci, Piazza IV Novembre e Piazza Danti: Andrei, Antonella F, B&B chocolat, Benetton, And Camicie, Bottega del papiro, Bottini, Brandy Melville, Cantarelli, Desigual, Dixie, F&F Antichità, Fagioli, G7 arredamenti e moda, Gioello Idea, Golden point, Lino Ricci donna, Marina Rinaldi, Paris Ricci, Pull love, Rastelli, Simona, Superdry, Tim Barton, Wally. Tra via Danzetta, via Fani, via Mazzini e Via Calderini: Carpano, Castagner, Cuoio, Galeazzi, Lemuria, Lino ricci uomo, Merlini, Sisley, Tavolidea, Via Pinella. In via Baglioni e Piazza Italia: Galli, Glam, Laura Mancini, Lys, Emilio, Merlini, Mivania, Smooth Kicks; in via Oberdan: Lu by Lu, Optical Caso, Paris Ricci Loft, Righi, Franceschi, Smooth; in Via Maestà delle Volte e Via Baldeschi: Coni Sport, Lord Gladstone, Niba, Niba 1A, Tempio delle erbe. Ancora in piazza Matteotti: Antica salumeria Granieri Amato, Caffè di Roma, Claro, Formadress, Mauro Giuli e Maya. Le attività interessate tra via Bonazzi e Viale indipendenza: Otto, Belia, Forma, Kosmo; tra corso Cavour, Borgo XX giugno e Via Marconi: Aisa Shop, Corso Cavour 58, Dinter, Lemmi, Mania sport, Nadia Parrucchieria, Ottica Biessedue, Parafarmacia di Corso Cavour.

 

Carla Adamo

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*