Motociclismo, il 6 gennaio XXI edizione della Motobefana 2018

Si parte da Piazza IV Novembre (Perugia) e si arriva a Passignano

Motociclismo, il 6 gennaio XXI edizione della Motobefana 2018
Un'edizione precedente della Motobefana

Motociclismo, il 6 gennaio XXI edizione della Motobefana 2018

Moto, solidarietà e territorio, insieme formano la Motobefana 2018che, il 6 gennaio, partirà da piazza IV Novembre a Perugia per arrivare a Passignano sul Trasimeno. L’evento, giunto quest’anno alla XXI edizione, organizzato dall’Uisp Umbria Motociclismo, l’unità di Protezione Civile Moto S.O,S. e il comitato Uisp Perugia Trasimeno, è stato presentato nel palazzo della Provincia di Perugia alla presenza di Roberto Bertini, vice presidente della Provincia, Eugenio Rondini, vice sindaco di Passignano e Francesco Corsini, responsabile Uisp.

Le moto partiranno sabato 6 gennaio da Piazza IV Novembre (Perugia) ed arriveranno a Passignano (intorno alle 12,30) presso la Cooperativa sociale ‘Compagnia Umbra della Salute’, una piccola unità di convivenza psichiatrica, a cui verranno devoluti gli introiti della manifestazione. I percorsi sono due, uno stradale (40 km) con moto stradali e d’epoca ed un altro fuoristrada (km 30 con partenza, per chi vuole, anche da Mantignana) che verrà effettuato con moto enduro in regola con il c.d.s. Roberto Bertini, nel suo intervento ha ricordato l’importanza di questi eventi per la valorizzazione del territorio augurandosi che sabato il tempo sia clemente.

“Siamo pronti ad accogliere i tanti motociclisti che vorranno partecipare a questa importante manifestazione – ha affermato Rondini. Da sempre la vecchietta più amata dai bambini è simbolo di allegria e solidarietà e Passignano si sposa benissimo con questi elementi”.

“Quest’anno – ha detto Francesco Corsini presidente Uisp Perugia Trasimeno – grazie all’interessamento dell’amministrazione Comunale di Passignano siamo onorati di poter incontrare gli ospiti della cooperativa Sociale Onlus ‘Compagnia Umbra della Salute’, che gestisce questa piccola unità di convivenza psichiatrica. Doneremo un divano e un videoproiettore sono stati loro stessi ha scegliere questi oggetti per trascorrere insieme momenti di socialità.”

Marcello Roggi ha ricordato che le patologie psichiatriche colpiscono il 2% della popolazione mondiale, spesso con le cure adeguate si riesce ad arginare il problema e a dare autonomia ai  pazienti che riescono a vivere una vita normale. Le iscrizioni si terranno in loco a partire dalle 8 la partenza è prevista per le 9.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*