Montefalco, inaugurata cantina La Polzella del gruppo Benedetti&Grigi

Inaugurata la cantina La Polzella

(umbriajournal.com) by Avi News MONTEFALCO – Nella ringhiera dell’Umbria sorge una nuova cantina. È ‘La Polzella’, inaugurata domenica 20 settembre in località Polzella di Montefalco e facente parte di un progetto più ampio di riqualificazione della struttura preesistente, rilevata, di recente, dalla società agricola Benedetti & Grigi. La cantina ampliata fino a 1300 metri quadri e caratterizzata da angoli per degustazione e vendita diretta, è immersa nel verde con i suoi 150 ettari di terreno di cui circa 60 destinati ai vigneti. I vitigni presenti, la cui produzione annua di uva si attesta sui 5mila quintali, sono Trebbiano spoletino, Rosso di Montefalco, Sagrantino, Sangiovese, Merlot e Cabernet. Il piano di ammodernamento ha coinvolto un pool di ingegneri, geometri e architetti di cinque diversi studi del territorio che ha provveduto anche alla progettazione degli altri due settori di cui si compone l’azienda, quello destinato all’allevamento avicolo di polli (13 capannoni disposti su 34mila metri quadri che saranno bonificati e ultimati nei prossimi mesi), laddove prima sorgeva uno di bovini e suini, e quello dedicato allo stoccaggio di cereali, dotato di 16 silos.

A fare gli onori di casa Daniele Grigi e Umberto Benedetti, che hanno ricevuto amici e rappresentanti delle istituzioni locali tra cui Fernanda Cecchini e Donatella Porzi, rispettivamente assessore alle politiche agricole e presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria, Donatella Tesei, sindaco di Montefalco e Albano Agabiti, presidente Coldiretti Umbria.

“Questa cantina rientra in un progetto di diversificazione delle attività che il gruppo Grigi sta portando avanti con impegno – ha dichiarato Cecchini – , questo grazie anche a strumenti di sostegno economico come il Programma di sviluppo rurale e l’Ocm vino che danno una mano agli imprenditori per poter crescere e guardare alle sfide del futuro”.

“Il mio non può che essere un giudizio positivo – ha affermato Agabiti –. L’agricoltura umbra e quella italiana, in generale, stanno vivendo momenti di espansione. L’esplosione che ha riguardato il settore agroalimentare negli ultimi sei mesi può essere cavalcata dagli imprenditori umbri del vino, dell’olio e di altre prelibatezze, per piazzare i propri prodotti, di altissima qualità, sui mercati esteri”.

“Puntiamo sulla qualità e sulla diversificazione del prodotto – ha commentato Benedetti – per aprirci all’internazionalizzazione. Abbiamo vent’anni di produzioni alle spalle in altri settori mentre quello del vino rappresenta una nuova avventura. Giudicheranno i consumatori la qualità del prodotto della vendemmia 2015 ma posso anticipare che, se non ci saranno sconvolgimenti metereologici, sarà un’annata da ricordare”.

“La cantina è venuta un po’ per caso – ha aggiunto Grigi – . L’idea iniziale era di concentrarsi sui terreni agricoli e l’allevamento avicolo, che sarà compiuto nel 2016 con un investimento di 8 milioni di euro. Poi abbiamo pensato di riqualificare la cantina già esistente, non solo dal lato estetico ma soprattutto acquistando macchinari moderni, inserendo nuove botti, e concentrandosi quindi su una produzione di alta qualità che a regime dovrebbe raggiungere il milione di bottiglie con 6.500 quintali di ettolitri di vino”.

“Questo progetto – ha detto Porzi – è un esempio di imprenditoria intelligente che ha saputo coniugare tre diversi settori che costituiscono il dna produttivo dell’Umbria oltre che dimostrare la capacità del gruppo Benedetti & Grigi di aggredire la crisi attraverso buoni investimenti”. “Questi imprenditori – ha concluso Tesei – hanno voluto investire nel nostro territorio in continua espansione. Ci stiamo facendo conoscere nel mondo e credo che tutto serva a migliorare il nome di Montefalco e della denominazione Sagrantino Montefalco e dei vini eccellenti”.

 

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*