‘Mini’ Presepio emozionale di Frate Indovino in dono alle famiglie

Presepio emozionale di Frate Indovino, gualdo tadino

In 7mila hanno visitato l’originale a Gualdo Tadino. Sabato 17 dicembre annullo filatelico – I frati Cappuccini dell’Umbria manderanno una copia in scala a chi lo richiederà

(umbriajournal by Avi News) – GUALDO TADINO Natale è donare come vuole la tradizione cristiana le Edizioni Frate Indovino si fanno portatrici di questo spirito. Per chi lo ha già fatto o per coloro  che, per diversi motivi, non hanno la possibilità di recarsi nella Chiesa monumentale di san Francesco, dove è allestito il primo Presepio emozionale di Frate Indovino, fino al 15 gennaio, c’è la possibilità di ‘portarlo a casa’ grazie all’iniziativa proposta dai frati Cappuccini dell’Umbria.

Questi doneranno, a chi ne farà richiesta, una riproduzione in scala ridotta (1:35) della Natività ambientata in un villaggio medievale dell’Appennino umbro, interamente di cartone come l’originale, disegnato dal maestro Severino Baraldi, che sta riscuotendo un enorme successo. Sono oltre settemila, infatti, i visitatori che si sono recati a Gualdo Tadino per ammirare quest’opera, unica nel suo genere.

“Con questa iniziativa – sottolineano dalle Edizioni Frate Indovino – vogliamo entrare nelle case delle famiglie italiane portando la tradizione più autentica del Natale. Ci piacerebbe che tutti i suoi componenti si raccogliessero attorno al Presepio di cartone per ricomporlo insieme. Il nostro vuole essere un messaggio di pace, amore e unità”.

Per richiedere la copia si può chiamare il numero 075.5069369 (servizio clienti di Frate Indovino), tutti i giorni lavorativi in orario continuato dalle 8 alle 17.30 (escluso il sabato e il venerdì pomeriggio) comunicando i propri dati. Il richiedente dovrà farsi carico della spese di spedizione, sei euro. Riceverà, inoltre, il calendario 2017 di Frate indovino.

Sempre legata al Presepio emozionale è l’iniziativa di sabato 17 dicembre, l’annullo filatelico di Poste italiane attraverso il quale poter custodire un prezioso ricordo del presepe da ‘guinness dei primati’.

Rossana Furfaro

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*