Mercato delle Gaite a Bevagna, undici giorni di eventi

DA VENERDÌ 17 TAVERNE APERTE, SPETTACOLI E SOSTA GRATUITI

Mercato delle Gaite a Bevagna, undici giorni di eventi

Mercato delle Gaite a Bevagna, undici giorni di eventi

Tutto pronto a Bevagna per l’edizione 2016 del Mercato delle Gaite: da giovedì 16 a domenica 26 giugno. Undici giorni ricchi di eventi d’ogni tipo e per tutte le età, quasi interamente gratuiti, per un vero e proprio tutto nel medioevo: dall’allestimento dei mercati alla ricostruzione degli antichi mestieri e botteghe artigiane, dal tiro con l’arco storico alla tipica gastronomia dell’epoca. Un cartellone di spessore e richiamo europeo, presentato questa mattina in una conferenza stampa a Palazzo Cesaroni, sede dell’Assemblea Legislativa della Regione dell’Umbria, alla quale ha preso parte la stessa presidente Donatella Porzi, definendo il Mercato delle Gaite ‘uno dei migliori biglietti da visita dell’Umbria nel mondo, essenza stessa della regione’. Gli otto mestieri medievali, fedelmente ricostruiti dalle quattro Gaite, sono unici in tutta Europa e quest’anno saranno proposte due novità assolute: l’ars Canepis ovvero della lavorazione della canapa e l’ars biccherorum ovvero, della realizzazione di bicchieri e bottiglie, con metodi in uso tra il 1250 ed il 1350 periodo di riferimento della manifestazione.

“Per questa edizione proporremo tutte le sere spettacoli itineranti, gratuiti, nelle vie e nelle piazze del centro storico – ha anticipato il Podestà Angelo Santificetur – con musicanti, giullari e giochi di fuoco. Gratuiti saranno anche tutti i parcheggi, inoltre – ha annunciato Santificetur – saranno prolungati, quasi sino alla mezzanotte, gli orari delle botteghe dei mestieri, con aperture pomeridiane  sabato e domenica”. Anteprima tutta da gustare, sabato 11 alle 21 nel suggestivo scenario di piazza Silvestri, col grande Banchetto Medievale ed il coinvolgente spettacolo di animazione sotto le stelle. Si parte poi giovedì 16 alle 21.30 in piazza Silvestri, con la Cerimonia di Apertura e lo spettacolo ‘In Iubilo’; venerdì 17 dalle 20 apriranno le taverne, e dalle 19 anche le locande, pronte ad accogliere gli avventori anche a pranzo nelle giornate di sabato e domenica. Si entra nel vivo sabato 18 dalle 16 con le animazioni in costume della Gara dei Mestieri e domenica 19 con la manifestazione nazionale di tiro con l’arco storico e la Messa Solenne di Canto Gregoriano. I mercati saranno aperti da venerdì 24 alle 18 per poi riaprire il sabato alle 16.

Tutti i giorni, itinerari guidati, trekking urbani ed aperture straordinarie di Terme Romane e Teatro Torti a cura della Pro Loco di Bevagna. “La grande forza del Mercato delle Gaite è quella di essere un evento che riesce a coinvolgere davvero tutto il paese, con gente di ogni età e condizione sociale – ha commentato la neo sindaca Annarita Falsacappa – ed è proprio calato su misura di Bevagna, un gioiello unico al mondo che con la storia, la sua architettura ed il paesaggio naturale riesce a dare un valore aggiunto inestimabile. Il Mercato delle Gaite – ha sottolineato la Falsacappa – ha radici ben profonde nella storia e nel tessuto sociale, ed è riuscito a dare anche una nuova dimensione a Bevagna, riuscendo sempre, al tempo stesso, a rinnovarsi, guardando al futuro. Ringrazio a nome dell’intera città il Podestà, l’associazione Mercato delle Gaite, i consoli e soprattutto – ha concluso la prima cittadina bevanate – i volontari, assicurando massimo sostegno della nuova amministrazione comunale”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*