Primi d'Italia

Magione, sui colli del Trasimeno un colorato corteo di Fiat 500

Partito dal Centro commerciale Pesciarelli, main sponsor, il 10° Raduno del Trasimeno. Edizione record con 129 equipaggi provenienti da Umbria, Toscana, Marche e Lazio

(umbriajournal.com) by AVInews MAGIONE – Da un po’ tutta l’Umbria e da molte città della Toscana, del Lazio e delle Marche, in tanti sono giunti a Magione a bordo delle loro storiche Fiat 500 tirate a lucido per l’occasione. Domenica 14 maggio, complice probabilmente la bella giornata di sole, ben 129 equipaggi hanno, infatti, partecipato alla decima edizione del Raduno del Trasimeno per Fiat 500, battendo il precedente record del 2015 di 127 veicoli. Le coloratissime vetture si sono ritrovate di buon mattino nel piazzale del centro commerciale Pesciarelli, struttura main sponsor dell’evento la quale ha anche offerto a tutti i partecipanti una colazione e un pacco con prodotti a marchio Conad.

Il main sponsor Pesciarelli. “La 500 – ha commentato Michelangelo Pesciarelli, titolare del centro commerciale Pesciarelli – è uno dei grandi simboli dell’industria automobilistica italiana. Inoltre, il nostro gruppo è da sempre vicino alle abitudini dei nostri clienti i quali hanno avuto tutti almeno una 500 in famiglia. La nostra impresa commerciale ha una storia vecchia di oltre cinquant’anni e qui davanti, di 500, ne abbiamo viste passare veramente tante”.

Il tour. Da qui il corteo ha proseguito per l’Autodromo dell’Umbria dove gli equipaggi hanno potuto effettuare due giri in pista per poi proseguire sui colli che circondano il Trasimeno. A conclusione del tour, pranzo tutti insieme lungo lago dove è intervenuto anche il sindaco di Magione Giacomo Chiodini per un saluto. Il premio finale a estrazione, un weekend per due persone a Cattolica, è stato vinto da un equipaggio di San Sepolcro.

L’organizzazione ringrazia. “Devo ringraziare – ha sottolineato Luciano Dentini, organizzatore della manifestazione e fiduciario del Coordinamento Lago Trasimeno Fiat 500 Club Italia – tutti i numerosi partecipanti e, soprattutto, le tante aziende del territorio che ci hanno supportato e senza le quali non sarebbe stato possibile raggiungere quello che era il nostro traguardo iniziale: arrivare al decennale. Un grazie anche alle autorità locali”.

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*