Magione, al via l’evento ‘A porte aperte’ di Cancelloni food service

Il taglio del nastro di A porte aperte

(umbriajournal.com) by Avi News MAGIONE – L’attesa è finita a Magione, in strada Ludovico Ariosto, dove è stata inaugurata, lunedì 22 febbraio, la quinta edizione di ‘A Porte aperte’, l’evento quadriennale di Cancelloni food service dedicato ai professionisti della ristorazione commerciale e collettiva del settore horeca (hotellerie, restaurant cafè). Quest’anno, per la prima volta, l’azienda guidata da Fabio Cancelloni ‘gioca in casa’ e ha previsto, per gli oltre 5mila visitatori attesi, un percorso di gusto con 44 stand dislocati all’interno della tensostruttura di 3mila metri quadri appositamente creata per l’occasione. Al taglio del nastro erano presenti oltre a Fabio Cancelloni e Simona Cancelloni, rispettivamente presidente e vicepresidente della Cancelloni food service, anche Giacomo Chiodini, sindaco di Magione, la senatrice Nadia Ginetti, Marco Vinicio Guasticchi, vicepresidente del Consiglio regionale dell’Umbria e Domenico De Marinis, vicepresidente dell’Università dei sapori di Perugia.

“Dopo due anni e mezzo di preparazione per la convention – ha dichiarato Cancelloni – finalmente abbiamo aperto le porte a partner e clienti, per la prima volta, nella nostra sede storica. Un orgoglio, per noi, ma anche una responsabilità maggiore. Come recita il claim dell’evento, vogliamo essere dei sarti e cucire loro un abito su misura, ascoltandone i bisogni e le aspettative”.

E così, tante sono le iniziative in programma, tra visite guidate in azienda, incontri, seminari e work experience. Molto partecipati i cooking show della prima giornata, con il pizzaiolo Guglielmo Vuolo e lo chef stellato Davide Oldani. Il primo, napoletano doc, ha svelato i segreti dell’impasto della pizza realizzato con l’acqua di mare mentre il secondo, milanese di Cornaredo, considerato l’ideatore della cucina ‘pop’ (che coniuga alta qualità, accessibilità, tradizione e innovazione, il tutto nel rispetto della stagionalità dei prodotti impiegati) ha intrattenuto gli ospiti con un suo cavallo di battaglia, riso e zafferano, quest’ultimo rigorosamente messo in infusione e non in cottura. Accanto ai cooking show anche degustazioni a cura della Associazione italiana sommelier, sfilate di abiti professionali con l’intrattenimento della iena Mauro Casciari e test drive, all’esterno, con vetture e piloti Maserati. Gli appuntamenti con gli ospiti illustri della ristorazione proseguiranno fino a giovedì 25 febbraio. Attesi martedì 23, Luca Montersino e i fratelli Serva, mercoledì 24 Cristina Bowerman e Heinz Beck e giovedì 25 Alessandro Circiello e Alessandro Borghese.

 

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*