Lavandeto di Castelnuovo, inagurazione con sindaco Stefania Proietti

Tre fine settimana, fino al 3 luglio prossimo, si potrà visitare questo magico luogo della valle di Assisi

di Marcello Migliosi
«Il Lavandeto di Castelnuovo è un tipo di imprenditoria nata dall’agricoltura, ma aperta all’innovazione e alla internazionalizzazione». Sono le parole del sindaco di Assisi, Stefania Proietti, intervenuta, ieri mattina, a Castelnuovo di Assisi, per il taglio del nastro de “Al Lavandeto è l’ora del giardino“. «E’ un’esperienza – aggiunge – nata da una impresa familiare ed è l’esempio di quanto vogliamo fare noi ad Assisi. Noi come Comune – annuncia il sindaco – coadiuveremo queste attività imprenditoriali in modo da renderle, prima di tutto, accessibili tramite le infrastrutture viarie che sono totalmente assenti». Stefania Proietti spiega che in quel luogo meraviglioso non ci si può arrivare con gli autobus di turisti. «Pensiamo – ha detto – ad una viabilità più accessibile e alla visibilità da dare ad iniziative come queste, in quanto in linea con lo spirito della città di Assisi. Agricoltura amica dell’ambiente, che rilancia una coltivazione caratteristica come la coltivazione della lavanda, che fa parte delle nostre tradizioni». Il Primo cittadino, quindi, assicura massima visibilità a chi porta il brand Assisi nel mondo e, laddove sarà possibile, massima agevolazione nelle infrastrutture. Di fatto al Lavandeto di Castelnuovo si arriva a fatica anche in auto. Se se ne incrociano due, in opposto senso di marcia, diventa quasi un problema transitare, potete immaginarvi gli autobus.

Ieri, quindi, festa grande a Castelnuovo di Assisi presso lo spazio eventi del vivaio e giardino botanico Il Lavandeto di Assisi, con l’ inaugurazione della settima edizione della festa della Lavanda. «Nella sua veste ufficiale – scrive la proprietaria Lorena Fastellini – ci ha fatto visita, per il taglio del nastro, il sindaco di Assisi ingegner Proietti Stefania insieme al consigliere di Castelnuovo Veronica Cavallucci. Questa è stata la prima uscita ufficiale del nuovo sindaco che si è congratulata ed ha elogiato questa iniziativa culturale che ha lo scopo di valorizzare il territorio, l’agricoltura e che va nella direzione di uno sviluppo di un turismo ecocompatibile«

I turisti, provenienti da tutta Italia per tre week end consecutivi (fino al 3 luglio), verranno ad ammirare l’ incantevole fioritura di lavande blu, viola, bianche e rosa con il bellissimo sfondo di Assisi, l’ ingresso è libero. Nei tre fine settimana è sempre allestito un mercatino artigianale e florovivaistico. Gli appassionati, inoltre, potranno passeggiare liberamente, fotografare il bellissimo paesaggio. I visitatori avranno la possibilità di assaggiare, nei ristoranti della zona convenzionati, pietanze alla lavanda. L’ iniziativa, infatti, coinvolge anche il territorio circostante favorendo le attività alberghiere circostanti, e le attività di ristorazione. «Il taglio del nastro – aggiunge l’imprenditrice – si è concluso facendo i migliori auguri per accrescere questa iniziativa e affermando che il comune utilizzerà i mezzi a propria disposizione a partire dal sito internet de Comune, ai PSR per aiutare iniziative di questo genere. La festa della lavanda continuerà anche durante il prossimo week end con visite guidate gratuite, corsi, concorso fotografico e il mercatino con espositori provenienti da tutta italia».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*