La Torre degli Sciri di Perugia sarà aperta sabato 21 maggio

Dalle ore 10 alle ore 18, la Torre sarà accessibile a chi vorrà visitarla

La Torre degli Sciri di Perugia sarà aperta sabato
Foto di Marco Zuccaccia

La Torre degli Sciri di Perugia sarà aperta sabato 21 maggio

La Torre degli Sciri di  Perugia sarà  aperta al pubblico, sabato 21 maggio, grazie all’iniziativa “Europe in my Region”, organizzata dalla Commissione europea – Direzione generale politiche regionali – con il supporto degli Uffici di rappresentanza della Commissione europea e le Autorità di gestione dei Programmi operativi. Dalle ore 10 alle ore 18, la Torre situata al centro di Perugia e che rappresenta uno dei simboli più importanti della città medievale, da cui si gode un bellissimo panorama, sarà accessibile a chi vorrà visitarla.

L’iniziativa “Europe in my Region” è organizzata dalla Commissione europea proprio con la finalizzata di far conoscere ai cittadini le opportunità offerte dall’Unione Europea  attraverso i finanziamenti e si articola in quattro ambiti: le “Giornate a porte aperte” sui progetti UE, una caccia al tesoro, un concorso fotografico, che mette in palio una vacanza in una capitale europea, e una campagna di blogging, con i tre migliori blogger che saranno invitati a partecipare in qualità di giornalisti  alla European Week of Regions and Cities di ottobre. Tutte le attività hanno uno scopo comune: incoraggiare i cittadini a visitare i progetti finanziati dall’UE, condividendo immagini ed esperienze attraverso i social media. Nell’ambito della stessa iniziativa in Umbria il  27 maggio, sempre  dalle 10 alle ore 18,  si potrà visitare Palazzo Carrara,  al centro di Terni. In entrambi gli edifici nelle giornate di apertura si terrà una caccia la tesoro a cui potranno partecipare i visitatori. In palio c’è un viaggio in una capitale europea.

La Torre degli Sciri a Perugia è l’unica rimasta integra delle numerosissime torri, che fecero meritare alla città il titolo di “turrita”. Alta 46 metri, è stata realizzata con blocchetti di calcare bianco di misura omogenea. Sull’architrave della porta alla base della torre si può notare uno scudo araldico con un cimiero composto da una zampa di un gallo, rappresentante l’emblema degli Sciri. I lavori per il restauro della Torre, partiti nel 2011, sono stati ultimati a gennaio 2015, contestualmente è stato recuperato l’attiguo ex Convento degli Sciri di proprietà dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale della Regione Umbria (ATER) per la realizzazione di 12 alloggi in locazione a canone concordato. I finanziamenti necessari alla ristrutturazione sono di provenienza del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, concessi dalla Regione Umbria, e dai fondi del Comune di Perugia. Il progetto è stato tra l’altro oggetto di monitoraggio civico da parte dei ragazzi del Liceo scientifico G. Alessi di Perugia che hanno partecipato all’iniziativa “A scuola di Opencoesione” e che sabato 21 maggio accompagneranno i cittadini nella visita.

La Torre degli Sciri

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*