Itts Volta Perugia chiude con successo la 2ª ‘Giornata delle start up’

itts volta perugia, giornata delle start up,
L’inaugurazione della ’2°Giornata delle start up’ all’Itts Alessandro Volta di Perugia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Grande successo, giovedì 21 maggio, per la seconda edizione della ‘Giornata delle start up’, svoltasi all’Istituto tecnico tecnologico statale ‘Alessandro Volta’ di Perugia e che ha visto in mostra oltre 30 progetti realizzati dai ragazzi di terza, quarta e quinta dei quattro indirizzi di studio attivi: elettronica, chimica, meccanica e informatica. E’ stata una giuria composta da Rita Coccia e Giorgio Orazi, rispettivamente dirigente e docente di elettronica dell’Istituto Alessandro Volta, da Enrico Tombesi e Laura Ripa del Post (Perugia Officina delle scienze e della tecnologia), a decretare i vincitori che hanno realizzato i progetti più originali e creativi. Al primo posto si sono classificati ex aequo 5 progetti di allievi del corso di elettronica. Lo studente Luigi Ranieri ha partecipato da solo realizzando due circuiti, uno per comandare una penna scrivente e l’altro per emettere una melodia muovendo la mano in aria senza toccare alcun dispositivo. Il gruppo composto da Leonardo Ziarelli, Alessio Toccaceli, Giacomo Argentari e Klaudiu Pal, invece, ha ideato una pianola composta da lattine di bibita, una serra automatica e un ologramma creato attraverso l’accensione e lo spegnimento di led. Due, poi, le squadre che hanno conquistato il secondo posto. La prima composta da un duo femminile, le studentesse di informatica Giulia Carroccia e Vittoria Placidi che hanno ideato la ‘banca delle competenze’ ovvero una rete amica per lo scambio di conoscenze in vari ambiti, dalle lingue al giardinaggio. L’altra, invece, composta dai ragazzi di chimica del biennio con un progetto di cucina molecolare. Infine, si è piazzata in terza posizione la classe 5ª del corso di meccanica con uno schiaccia lattine automatico e una scacchiera tornita interamente a mano con materiale grezzo. Tra i progetti più particolari, inoltre, la riproduzione di una bobina di Tesla, costruita da uno dei ragazzi per generare scariche elettriche potenti, e poi diverse app, come ad esempio quella atta a quantificare il livello di Co2 nell’aria. “Siamo soddisfatti del lavoro – ha detto Rita Coccia –. Nella giuria ci sono membri dell’Università degli Studi di Perugia, a testimonianza del legame tra la scuola e il sistema formativo superiore. Ai ragazzi abbiamo dato un piccolo premio in denaro”. Presente all’iniziativa anche Giuseppe Saccomandi, direttore del dipartimento d’ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia. “Collaboriamo stabilmente con l’istituto – ha affermato -, una scuola d’eccellenza da cui provengono molti dei nostri studenti che trovano un prosieguo naturale nei nostri corsi di studio, come quello di ingegneria meccanica, dell’informazione e di elettronica”. Inoltre, a partecipare alla giornata anche diverse aziende del territorio. “I progetti dei ragazzi – ha spiegato Paolo Vescarelli docente dell’Itts Volta e referente dell’evento – hanno trovato riscontro nelle aziende e, alcune di esse hanno offerto uno stage ai nostri studenti”. Uno spazio dell’esposizione è stato anche destinato ai progetti degli studenti dell’Istituto tecnico superiore (Its) dell’Umbria.

Cristina Biondi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*