Ingress sbarca a Perugia

Ingress sbarca a Perugia
Ingress sbarca a Perugia

di Luana Pioppi
PERUGIA – Ingress sbarca a Perugia. Il primo esperimento di realtà aumentata, creato da Google, prenderà vita oggi pomeriggio per le vie del cento storico. La manifestazione, denominata Ingress First Saturday, vedrà circa cento appassionati, provenienti da tutta Italia, incontrarsi per una competizione unica nel suo genere.

Alle ore 14 è prevista registrazione dell’evento presso il Bartender Lounge cafè di Pian di Massiano. Tutti i partecipanti prenderanno poi il Minimetro per cominciare la competizione alle 15 in piazza Italia.

L’app è stata lanciata nel 2012 dalla Niantic Labs di Google e ha all’attivo più di due milioni di download in tutto il mondo. Si tratta in sintesi di un ibrido tra videogioco e social network, con la differenza fondamentale che i giocatori sono tenuti a spostarsi con il proprio smartphone in luoghi di interesse denominati “portali” ed ad incontrarsi di persona partecipando ad una sfida globale organizzata in due fazioni denominate “Enlightened“, in italiano “illuminati” (che nulla ha a che vedere con i movimenti massonici omonimi), caratterizzati dal colore verde, e “Resistance“, in italiano “Resistenza” (anche qui nulla a che vedere con i movimenti di resistenza storici) caratterizzati dal colore blu. Il tutto è condito da un’appassionante vicenda fantascientifica che sarà aggiornata su Youtube.

Al termine dello “scontro-gioco” tutti i partecipanti si ritroveranno presso le due Torri di San Sisto per partecipare ad una cena all’insegna dell’amicizia.

Partecipare è semplice. Chiunque sia dotato di uno smartphone Android od Apple può installare l’app gratuita “Ingress”. Ogni giocatore può dare il suo contributo, unendosi ai milioni di altri giocatori sparsi sul pianeta aiutando l’una o l’altra fazione. Entrambi gli schieramenti si fronteggiano con le stesse tecnologie e con le stesse logiche di combattimento ma, come detto, con fini diversi legati all’evolversi della trama.

La tecnica principale è spostarsi sul territorio circostante (praticamente tutto il pianeta offre la possibilità di operare), per creare dei campi di forza che coprano larghe aree abitate. La battaglia si basa su strategie pianificate a livello mondiale che prendono forma su social network tradizionali e forum, intere città si coordinano per creare collegamenti che diano forma ai campi di energia allo scopo di far prevalere una fazione sull’altra. Eventi mondiali vengono organizzati continuamente e migliaia di Illuminati e Resistenti possono fronteggiarsi sul campo, faccia a faccia, smartphone alla mano!

@LuanaPioppi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*