Il Credito cooperativo umbro assegna i premi per il ‘Progetto sicurezza’

Il Presidente del Credito cooperativo umbro Antonio Marinelli premia la vincitrice
Il Presidente del Credito cooperativo umbro Antonio Marinelli premia la vincitrice

Concorso promosso dal Comune di Corciano per studenti delle terze dell’istituto Bonfigli – La non violenza come tema dominante. Alle tre vincitrici un libretto di deposito a risparmio

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Il palco del Teatro della Filarmonica era tutto per loro, gli studenti delle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo ‘Benedetto Bonfigli’ di Corciano, che lunedì 8 giugno sono stati premiati nell’ambito del ‘Progetto sicurezza’ promosso dall’amministrazione comunale di Corciano e sostenuto dal Credito cooperativo umbro. Un podio al femminile ha visto sul primo gradino Ilenia Bartolini seguita da Martina Zuccaccia e Chiara Ciurnelli che hanno ricevuto ciascuna un libretto di deposito a risparmio, per un valore complessivo di 2mila euro, da aprire presso l’istituto di credito. Sono stati assegnati, inoltre, attestati di merito dall’undicesimo al quarto classificato. La cerimonia è stata presieduta da Federico Fornari e Marco Maccari, rispettivamente presidente del Consiglio comunale e comandante del corpo della polizia municipale di Corciano, Antonio Marinelli, presidente del Credito cooperativo umbro, e Daniele Gambacorta, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo ‘Bonfigli’.

Sicurezza e non violenza Giunto alla sua quarta edizione, il progetto ha riguardato la stesura di elaborati sul tema della sicurezza con particolare riguardo alla percezione e alla gestione del problema secondo il principio della non violenza. “Noi stessi dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”. “Il sentiero della non violenza richiede molto più coraggio di quello della non violenza”. “Ogni individuo ha infinite possibilità di sviluppare la non violenza. Più l’individuo la sviluppa, più essa si diffonderà come un contagio che a poco a poco contaminerà il mondo”. Queste le tracce del tema, tratte da alcune massime di pensiero del Mahatma Ghandi, a cui si sono dovuti ispirare i ragazzi giudicati da una commissione composta da Carla Borghesi, responsabile dei servizi sociali del Comune di Marsciano, Marco Maccari, Marzio Pieroni del Credito cooperativo umbro e docenti dell’Istituto Bonfigli.

Marinelli “Il nostro istituto di credito – ha affermato Marinelli – è lieto di sostenere iniziative a sostegno dei giovani che rappresentano il futuro del nostro paese. Il Credito cooperativo umbro rispecchia questa volontà anche nella sua organizzazione interna, con i suoi 90 dipendenti che hanno un’età media di 41 anni”.

Gambacorta “Abbiamo tentato di tirar fuori dai ragazzi – ha dichiarato Gambacorta – una riflessione su argomenti che riteniamo fondamentali per la loro stessa sicurezza”. “L’idea per questa edizione – ha continuato il dirigente scolastico – è stata quella di premiare chi è riuscito a elaborare un testo originale basato su esperienze personali. I giovani vivono ogni giorno l’esperienza con ‘l’altro’, con il ‘diverso’ che, talvolta, può degenerare in aggressività e violenza. Il tema ha riguardato più da vicino proprio la coesistenza della diversità che deve essere vissuta non come ‘sopportazione’ dell’altro bensì come capacità di convivere serenamente, collaborando e cooperando”.

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*