Domenica 13 novembre, anche in Umbria torna Cantine Aperte a San Martino

Possibile degustare il vino umbro nei frantoi e l'olio extravergine locale nelle cantine in occasione dei fine settimana di Frantoi Aperti



Domenica 13 novembre, anche in Umbria torna Cantine Aperte a San Martino. Tema dell’edizione 2016 di Cantine Aperte a San Martino sarà WineArt – Arte in Cantina, con esposizioni ed estemporanee di artisti locali. Grazie all’accordo con le Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria e a bellaumbria.net pacchetti turistici e promozione congiunta delle eccellenze del territorio regionale

Domenica 13 novembre, anche in Umbria torna Cantine Aperte a San Martino, l’appuntamento autunnale del Movimento Turismo del Vino, ideato per condividere con i tantissimi appassionati la gioia del vino nuovo, il Novello, ma anche le ultime annate dei grandi vini invecchiati, in abbinamento ai prodotti di stagione.

A caratterizzare l’edizione 2016 dell’appuntamento sarà il tema WineArt – Arte in Cantina. Se, intorno alle cantine, la Natura avrà provveduto da sola a dipingere il territorio con i colori dell’autunno, all’interno, si potranno ammirare le opere di artisti locali ispirate al vino, alla vita in cantina e al territorio, senza limitazioni alle forme artistiche in esposizione. Non mancheranno degustazioni, libere o guidate, musica e animazione per i più piccoli, a rendere ancora più piacevole un appuntamento che, nella sua ultima edizione, ha richiamato in Umbria oltre 2.000 enonauti.

In Umbria saranno 18 le Cantine Aperte a San Martino: in provincia di Perugia, la Cantina Goretti e la Cantina Chiorri (Doc Colli Perugini), Lungarotti e Terre Margaritelli (Docg Torgiano), Sportoletti (Doc Assisi). Nella Doc Colli del Trasimeno, il Castello di Magione (Magione), l’Agraria Carlo e Marco Carini (Colle Umberto, Perugia), Madrevite (Castiglione del Lago), Pomario (Paciano). Infine, nella Docg di Montefalco, Antonelli San Marco, Arnaldo Caprai, Cantina Dionigi (11 novembre), Lungarotti, Scacciadiavoli, Viticoltori Broccatelli Galli e Tenuta Castebuono.
In provincia di Terni, apriranno le cantine Zanchi (Doc Amelia) e Palazzone (Doc Orvieto).

In occasione di

Cantine Aperte a San Martino 2016 si rinnova anche la partnership tra il Movimento Turismo del Vino dell’Umbria e le Strade del Vino e dell’Olio della regione  per la promozione congiunta delle due principali eccellenze enogastronomiche del territorio. Sarà, dunque, possibile degustare il vino umbro nei frantoi e l’olio extravergine locale nelle cantine in occasione dei fine settimana di Frantoi Aperti –dal 29 ottobre al 27 novembre- e domenica 13 novembre in una selezione tra le 18 Cantine Aperte a San Martino. Nella stessa occasione è stato realizzato anche un apposito pacchetto turistico alla scoperta dell’Olio e del Vino dell’Umbria. Sabato 12 novembre, i visitatori che avranno scelto di trascorrere il fine settimana in Umbria saranno portati a scoprire Assisi e i piccoli produttori di olio extra vergine di oliva Dop Umbria del territorio, in occasione di UNTO (Unesco, Natura, Territorio, Olio), visitando i frantoi e i castelli sparsi nel territorio. Domenica 13, tour delle Cantine Aperte, con visita, degustazioni e partecipazione alle attività organizzate dalla cantina stessa per la giornata.”

Partner tecnico di MTV Umbria anche in questa occasione è Winedering, la prima piattaforma online internazionale, focalizzata su Cantine e Tour enogastronomici recensiti dagli wine lovers di tutto il mondo. L’appuntamento gode anche del patrocinio del Comune di Foligno, dove hanno sede sia l’associazione regionale che quella nazionale del Movimento e della collaborazione di BeWell, Fabbrica di Cioccolato Perugia, oltre che di Bcc di Spello e Bettona e della Camera di Commercio di Perugia e di bellaumbria.net per la commercializzazione dei pacchetti turistici a tema. Nuova importante  partnership, inoltre, è stata stretta dal Movimento con Axpo Italia Spa, specialista nella fornitura di energia elettrica e gas naturale per le imprese .

Anche Cantine Aperte a San Martino è un’iniziativa Fondo Europeo agricolo per lo Sviluppo Rurale. L’Europa investe nelle zone rurali. PSR per l’Umbria 2014/2020 – misura 16.4.2.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*