#IJF15, domenica 19 aprile, ultima giornata del festival

Ancora un’intensa giornata tra panel discussion, incontri, presentazioni, workshop e serate teatrali, tra cui l’atteso incontro con i NEGRAMARO: alla vigilia dell’uscita dell’atteso nuovo album, Giuliano Sangiorgi e Andrea Mariano, voce e tastiera del gruppo, risponderanno alle domande di Luca Valtorta de La Repubblica, per un evento speciale dove ripercorrere le tappe fondamentali della loro carriera, dal Salento alla conquista di San Siro e dell’America (ore 21.00 sala dei Notari).

Torna anche quest’anno Marco Travaglio con il suo spettacolo “SLURP! vent’anni di lecchini, lecconi & leccalecca al servizio dei potenti che ci hanno rovinati”, in anteprima nazionale sul palco del Teatro Morlacchi di Perugia, con la regia di Valerio Binasco (ore 21.00).

Al festival la storia incredibile di Mafia Capitale, un sistema criminale senza precedenti, che ha dominato Roma con la complicità di politica e istituzioni. Un dibattito che partirà dal libro “I re di Roma” di Lirio Abbate L’Espresso e Marco Lillo co-fondatore il Fatto Quotidiano, un racconto potentissimo, con documenti inediti. La testimonianza appassionata di chi ha denunciato quel sistema criminale quando nessuno ne voleva parlare. Insieme agli autori partecipano Giuseppe Pignatone procuratore capo di Roma, Fiorenza Sarzanini Corriere della Sera (16.00 Sala Dei Notari).

Se da una parte il giornalismo si sta attrezzando per avvicinarsi ai lettori con strumenti nuovi, dall’altro anche la politica sta imparando a servirsi delle piattaforme digitali per arrivare agli elettori e diffondere messaggi e propaganda, dalle interviste via Twitter alle slide di governo. Ma come si racconta la politica al tempo dei social network? A parlarne, nell’incontro dal titolo La Repubblica dei selfie, Arianna Ciccone co-fondatrice IJF, Marco Damilano L’Espresso ed Enrico Mentana direttore TgLA7 (17.30  Sala dei Notari).

Tra gli appuntamenti di quest’ultima giornata del festival: Propaganda reloaded? Le relazioni pericolose fra politica e informazione nell’epoca dei social media, un incontro con Giovanni Boccia Artieri Università di Urbino, Fabio Chiusi giornalista freelance, Giovanna Cosenza Università di Bologna, Filippo Sensi portavoce Presidente del Consiglio (11.00 Sala Raffaello, Hotel Brufani); alle ore 10.30 al Teatro della Sapienza, Pop Economy: la grande crisi dal piccolo schermo, un viaggio nella nicchia più essenziale del mondo dei media, con Corrado Formigli Piazzapulita LA7, Giovanni Iozzia direttore EconomyUp, Tonia Mastrobuoni La Stampa, Mario Seminerio giornalista e scrittore e Francesco Specchia di Libero.

Si parlerà di comunicazione politica nel panel discussion: Spin factor, con Dino Amenduni Proforma, Giovanni Diamanti co-fondatore e managing partner Quorum, Andrea Marcolongo consulente di comunicazione e Antonio Palmieri deputato Forza Italia (14.30 Centro Servizi G. Alessi) e degli (S)vantaggi di essere uomini o donne nel giornalismo, con Filippo Facci Libero, Francesca Fagnani Servizio pubblico LA7, Matteo Grandi direttore Piacere Magazine, Domitilla Savignoni Tg5 e Andrea Scanzi de Il Fatto Quotidiano (19.00 Teatro Della Sapienza).

Alle 9.30, Sala Raffaello Hotel Brufani, una discussione sul tema delle censure, ipocrisie e bugie sulla libertà di parola in Italia, partendo dal libro “Meglio se taci” scritto da Alessandro Gilioli L’Espresso e Guido Scorza Istituto Politiche Innovazione. Partecipano anche Anna Masera capo ufficio stampa Camera dei Deputati, Antonio Palmieri deputato Forza Italia.

Le ‘Iene’ Mauro Casciari e Nadia Toffa, raccontano i reportage de Le Iene al confine tra Turchia e Siria e in Iraq: Donne e bambini come merce di scambio (15.00 Teatro della Sapienza).

In diretta alle ore 14.30 dalla Sala dei Notari, Lucia Annunziata con la sua trasmissione In mezz’ora; alle 14.30 al Teatro della Sapienza, a cura di TIM, il secondo incontro su ‘Dialoghi sulla libertà di espressione’: David Parenzo intervista il fotografo Oliviero Toscani; e Daria Bignardi presenterà il suo libro “L’amore che ti meriti”. Insieme a lei sul palco del Teatro della Sapienza alle ore 12.00, il disegnatore e fumettista Gipi.
Discriminazione, pregiudizi e ruolo dei social media nell’era del matrimonio gay, nel parlano Vincenzo Branà direttore ufficio stampa Arcigay, Caterina Coppola direttrice gay.it, Helena Horton The Daily Mirror, Mathieu Magnaudeix Mediapart, Daniele Viotti europarlamentare PD (10.00 Centro Servizi G. Alessi).

Si analizzeranno i modelli di giornalismo europeo, in particolare ‘andremo’ in Spagna e in Francia con i panel: Innovazione nel giornalismo spagnolo con Jordi Colomé direttore El Ciervo, Ignacio Escolar fondatore e direttore eldiario.es, Daniele Grasso El Confidencial, Juan Luis Manfredi Università di Castiglia-La Mancia (10.00 Sala Del Dottorato), e  “Paris vaut bien une presse”: i modelli innovativi del giornalismo francese, con David Eloy co-fondatore e direttore Altermondes, Andrea Paracchini Altermondes, Edwy Plenel direttore Mediapart, David Servenay co-fondatore La Revue Dessinée (11.30 Sala Del Dottorato).

A cura di Ordine dei Giornalisti, alle ore 10.00 Sala dei Notari, la Firma della convenzione tra Ordine Nazionale dei Giornalisti e sede della Commissione europea in Italia in tema di formazione permanente e continua dei giornalisti, con Lucio Battistotti direttore Commissione Europea RiI e Enzo Iacopino presidente Ordine dei Giornalisti.

Non mancherà un incontro sulla politica europea dell’immigrazione, per trattare le azioni già intraprese a sostegno degli Stati membri e di quelle ancora da intraprendere. Nell’incontro dal titolo I volti umani dell’immigrazione, ore 11.30 Sala Dei Notari, partecipano Aws Alabayati rifugiato politico, Luca Attanasio giornalista freelance, Lucio Battistotti direttore Commissione Europea RiI, Tareke Brhane presidente Comitato Tre Ottobre, Suleman Diara presidente Barikamà.

Alle ore 19.00, Sala Raffaello Hotel Brufani, Michele Azzu co-fondatore L’Isola dei Cassintegrati, incontra il gruppo musicale elettro-pop Lo Stato Sociale. Sarà un’occasione per parlare dei nuovi modelli di business della musica che cambia.

Jacopo Tondelli co-fondatore e direttore Gli Stati Generali, alle ore 11.30 Hotel Sangallo, ci spiega come Fare un giornale online, dall’idea al business plan; con Giulio Frigieri The Observer, Costanza Hermanin Open Society European Policy Institute, Aron Pilhofer The Guardian, Guido Romeo Wired Italia, Mariana Santos Fusion (via skype), Gabi Sobliye Tactical Technology il panel Collective Radical data: tra attivismo e giornalismo, il potere della narrazione visuale basata sui dati (9.30 Sala Perugino, Hotel Brufani); alle 11.00 Sala Perugino Hotel Brufani, un incontro sul Giornalismo investigativo e cronaca nera con Giovanni Bianconi e Fiorenza Sarzanini del Corriere della Sera.

In collaborazione con il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici; Climate change, la sfida al giornalismo, a parlare sono Carlo Carraro Università Ca’ Foscari di Venezia, Stefania De Francesco ANSA, Antonio Navarra presidente CMCC, James Painter Istituto Reuters per lo Studio del Giornalismo (16.00 Sala Raffaello, Hotel Brufani).

Per consultare l’intero programma della giornata e del festival: qui

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*