A Gualdo Tadino la cultura è gratis e aperta a tutti, tra presepi e musei

A Gualdo Tadino la cultura è gratis

(umbriajournal.com) by Avi News GUALDO TADINO – A Gualdo Tadino la cultura è aperta a tutti ed è gratis, tutti i giorni, fino alla fine delle festività natalizie. La proposta del borgo umbro, che ha fatto del turismo culturale il suo biglietto da visita, vede sicuramente come attrattiva del momento il Presepio emozionale di Frate Indovino allestito nella Chiesa monumentale di san Francesco che ha registrato 14mila visitatori, dal momento della sua inaugurazione, il 2 dicembre.

Un’opera che ha attratto pubblico non solo umbro, ma proveniente da tutte le regioni italiane, fatto di singoli, coppie e intere famiglie. Sarà ancora possibile, fino al 15 gennaio, scoprire la particolarità di questo presepe realizzato interamente in cartone su una superficie di 200 metri quadrati che ripropone un tipico villaggio dell’Appennino umbro, e avere in regalo una sua miniatura in scala 1:35 da portare con sé. Ma non solo. Infatti, fino a domenica 8 gennaio, tutti i giorni ci sarà la possibilità di visitare i musei cittadini gratuitamente.

Il ricco circuito museale comprende il Museo dell’emigrazione ‘Pietro Conti’, che offre un viaggio multimediale nella storia dell’emigrazione italiana, il Museo Opificio Rubboli, dedicato alle opere in ceramica a lustro oro e rubino della storica famiglia, il Museo civico Rocca Flea, capolavoro di Federico II nel centro Italia e il Centro culturale casa Cajani, che comprende il Museo della ceramica e il Museo archeologico Antichi umbri.

Negli ultimi due sono in corso, rispettivamente, altrettante mostre, l’antologica ‘Serafino Valla, pittore e scultore naif’ a cura di Catia Monacelli, critico d’arte e direttore del Polo museale gualdese, e la collettiva ‘Tutti i colori dell’arte’ degli artisti Carmen Forni, Pino Nania, Gino Pigolotti e Giorgio Sensi. Le mostre sono visitabili tutti i giorni fino al 29 gennaio, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, stessi orari in cui si potranno visitare tutti i musei gualdesi.

A tutto questo, immancabili, si aggiungono le iniziative dedicate alla festa della Befana che intratterranno le famiglie e soprattutto i bambini nel pomeriggio del 6 gennaio. Alle 16, in piazza Martiri della libertà,  in attesa dell’arrivo della dolce vecchia signora, ci sarà ‘Aspettando la Befana con ruota dei giocattoli’ a cura della Croce rossa italiana con la collaborazione di Unitalsi. Alle 17, poi, ‘La Befana scende dal cielo a portare i suoi doni’ con regali per tutti i più piccoli. Sarà uno spettacolo molto suggestivo, a cura dei Vigili del fuoco, perché la Befana scenderà dal cielo calandosi dal Palazzo del podestà-Torre civica fino ad arrivare in piazza Martiri della libertà.

Il 5, dalle 21 alle 23.30, e il 6 gennaio, dalle 17 alle 19.30, sarà riproposta la seconda edizione del Presepio vivente Venite Adoremus con il corteo dei Magi per le vie del centro, a cura dell’associazione culturale Capezza. La rappresentazione, con oltre 100 figuranti, quest’anno è ispirata all’adorazione di Gentile da Fabriano, definito da Vittorio Sgarbi ‘il più grande capolavoro del gotico internazionale’.

E non può mancare la musica a chiudere queste festività e salutare l’inizio del nuovo anno. Venerdì 6 gennaio alle 18, al Teatro Talia, in via Ruggero Guerrieri, infatti, ci sarà il concerto dell’Epifania della Banda musicale Città di Gualdo Tadino, diretta dal maestro Sesto Temperelli.

 

Carla Adamo

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*