Grohmann e la pittura negli incontri della Fondazione Cassa di Risparmio

Grohmann affronterà il tema “La pittura olandese e la borghesia mercantile del secolo d’oro” .

Ciclo di incontri presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Grohmann e la pittura negli incontri della Fondazione Cassa di Risparmio – Sarà Alberto Grohmann, professore emerito dell’Università degli Studi di Perugia, il relatore della conferenza che si tiene mercoledì prossimo, 12 ottobre, a Palazzo Graziani (Corso Vannucci, 47) inserita nel ciclo di incontri “Arte e Potere” organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dalla Fondazione Cariperugia Arte. Ad introdurre i lavori, che avranno inizio alle 17.30, sarà il presidente della Fondazione Cariperugia Arte, Giuseppe Depretis.

Grohmann affronterà il tema “La pittura olandese e la borghesia mercantile del secolo d’oro”partendo dal fatto che la pittura olandese del secolo d’oro viene letta come una delle fonti storiche utili ad analizzare la fortuna delle Sette Province Unite, che si liberano con la guerra degli ottanta anni (1568-1648) dal dominio di Filippo II d’Asburgo. Il rapporto che viene a instaurarsi tra mentalità religiosa calvinista e “spirito del capitalismo” riesce a favorire il successo in campo economico-sociale della società borghese, testimoniato concretamente dalla produzione artistica.
Alberto Grohmann, allievo dell’Istituto Italiano di Studi Storici di Napoli, fellow di Villa I Tatti “The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies”, visiting professor nell’école des hautes études en sciences sociales, ha tenuto corsi e conferenze in numerose università italiane ed europeee. E’ stato professore ordinario di Storia economica nelle Università di Perugia e Roma “La Sapienza”.
L’incontro successivo si terrà invece il 26 ottobre sul tema “Leonardo Da Vinci e Ludovico il Moro: l’artista e il suo principe”. A parlare saranno Pietro Cesare Marani, professore di storia dell’Arte Moderna al Politecnico di Milano, curatore della mostra “Leonardo da Vinci, 1452-1519. Il disegno del mondo” che si è tenuta a Milano nel Palazzo Reale in occasione dell’Esposizione Universale del 2015 e Marco Versiero, giovane ricercatore dell’Università di Napoli che molto si è interessato della materia.
Il ciclo dei 7 appuntamenti si chiude il 16 novembre con “Avanguardie artistiche e rivoluzioni politiche”, l’incontro che avrà come protagonisti due noti esponenti del panorama culturale italiano: Achille Bonito Oliva, critico d’arte, accademico, saggista, ed Ernesto Galli della Loggia, già professore nell’Ateneo perugino e editorialista del Corriere della Sera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*