Fondazione Paoletti: 5 borse di studio per gli studenti dei comuni terremotati VIDEO

L'annuncio nel corso della conferenza su pace e avanguardia “21 minut Avant-garde”

La Fondazione Patrizio Paoletti, ente nazionale di ricerca impegnato da oltre 15 anni in progetti a sostegno dell’educazione e della ricerca, finanzierà 5 borse di studio destinate agli studenti di Norcia, Amatrice, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto e Camerino. L’iniziativa è stata annunciata dal Presidente della Fondazione, Patrizio Paoletti, ai sindaci dei comuni colpiti dal sisma e al Rettore dell’Università di Camerino in occasione di “21 minuti Avant-garde”, conferenza dedicata ai temi dell’avanguardia e della pace che si è conclusa IL 26 novembre a Nocera Umbra, presso il Monastero di San Biagio.

“Il nucleo della ricostruzione è mantenere vivo il passaggio del sapere – afferma Paoletti -; per questo la nostra Fondazione metterà a disposizione delle borse di studio. Non c’è vera libertà laddove non c’è pace, dobbiamo cercare di interagire con il cambiamento senza temerlo, dobbiamo accogliere la diversità e perseguire una cultura della pace, che è la stessa per tutti gli esseri umani.”


Umbria Journal TVIl Tg a portata di click

Grande riconoscenza per l’iniziativa della Fondazione è stata espressa dai sindaci presenti: “Il ricreare quello che non è materiale, ma che tiene insieme la comunità, è la parte più difficile: di qui l’importanza di guardare avanti, di non piegare la schiena e ritrovarci per scambiare un’esperienza che può aiutare i nostri paesi” ha sottolineato il sindaco di Nocera Umbra, Giovanni Bontempi. Della stessa idea il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno: “In un momento così intenso della nostra storia, per tenere i popoli insieme occorre qualche valore che abbia radici più profonde, come la regola che Benedetto ci ha lasciato 1500 anni fa. Valori attuali, che mettono mettono il lavoro al centro della vita dell’uomo.” Un sentito grazie alla Fondazione anche da parte del Rettore dell’Università di Camerino, Flavio Corradini: “Il futuro non crolla: anche grazie a queste iniziative quando avremo dei momenti di sconforto potremo pensare che non siamo soli, siamo insieme, e questo ci darà una forza incredibile.”

21 Minuti Avant-garde ha riscosso grande partecipazione, contando centinaia di presenze. Oltre al Rettore dell’Università di Camerino e ai sindaci umbri, in collegaMento video anche i primi cittadini di Acquasanta Terme e Arquata del Tronto, che hanno ringraziato nuovamente la Fondazione Paoletti, già presente nei loro comuni con interventi sul campo a supporto della popolazione fin dalle prime ore successive al sisma di agosto.

All’evento, inoltre, hanno partecipato alcuni tra i maggiori protagonisti dell’innovazione del territorio umbro: Dario Cingolani, responsabile dell’azienda LC3 Trasporti (Gubbio), esempio di sostenibilità nel trasporto merci su gomma; Samuele Mazzini, Presidente e CEO di S.M.R.E. Engineering (Umbertide), azienda quotata in borsa lo scorso aprile, specializzata nella progettazione e costruzione di macchine industriali ad alto contenuto tecnologico; Giuseppe Servillo, docente dell’Università degli Studi di Perugia e ricercatore in campo oncologico. Ciascuno ha offerto un suo contributo su come le tecnologie sia interne all’individuo che esterne, le cosiddette high tech, possano contribuire alla costruzione di un futuro in cui coesistenza, collaborazione e cooperazione siano elementi fondanti di una nuova società di pace. Dopo il kick off di Nocera Umbra, la prima tappa ufficiale di 21 minuti Avant-garde sarà il 2 e il 3 dicembre presso il Centro Congressi Kursaal, nella Repubblica di San Marino; nei prossimi mesi il tour toccherà le città di Londra, Barcellona e New York.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*