FOLIGNO, GIORNATA INTERNAZIONALE DEI PLANETARI, VIAGGIO ASTRONOMICO

Giornata internazionale dei Planetari
Giornata internazionale dei Planetari
Giornata internazionale dei Planetari

(umbriajournal.com) FOLIGNO – Il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno, in collaborazione con l’associazione astronomica Antares di Foligno, celebra la Giornata internazionale dei Planetari con un imperdibile evento aperto al grande pubblico e gratuito, com’è nella sua tradizione. Sabato 22 marzo presso il Planetario del Laboratorio (via Isolabella, Foligno) si terrà “Arianna e la Corona Boreale nel cielo di primavera”, un viaggio astronomico, mitologico e archeologico alla scoperta della costellazione della Corona Boreale, legata indissolubilmente al mito di Arianna e il Minotauro.

La proiezione, illustrata da Arnaldo Duranti di Antares e da Patrizia Fratini, si terrà a partire dalle ore 18.00 e avrà una durata di 90 minuti. Visto l’alto numero di prenotazioni già registrate, in caso di necessità l’evento sarà replicato la sera stessa alle ore 21.00. La partecipazione è gratuita, con prenotazione obbligatoria da effettuarsi chiamando i numeri telefonici: 0742342598 e 0742344561. La partecipazione è sconsigliata a un pubblico sotto ai 12 anni di età.

L’iniziativa è stata presentata stamani in conferenza stampa presso il Laboratorio di Scienze Sperimentali, al quale hanno preso parte il presidente Maurizio Renzini, il direttore Pierluigi Mingarelli, la docente di laboratorio Patrizia Fratini e Arnaldo Duranti dell’associazione Antares. L’evento di sabato, organizzato in occasione della Giornata internazionale dei Planetari, rientra tra le manifestazioni preparatorie della Festa di Scienza e Filosofia, che si svolgerà a Foligno dal 10 al 13 aprile, ed è volto a richiamare ancor più l’attenzione del grande pubblico verso le tematiche scientifiche di cui il Laboratorio è da sempre stato il principale divulgatore in ambito locale e nazionale. Un segnale positivo in merito al successo dell’attività del Laboratorio e di tutti i soggetti che con esso collaborano, tra cui appunto Antares, viene proprio dalla comunità locale.

C’è già stata in questi giorni una grande adesione all’evento di sabato da parte dei cittadini e molti tra questi hanno sollecitato il Laboratorio di Scienze Sperimentali affinché organizzasse un evento per celebrare la Giornata internazionale dei Planetari. Foligno si conferma, dunque, sempre più amica della scienza, mostrando un interesse e una partecipazione crescenti. Come anticipato, la proiezione “Arianna e la Corona Boreale nel cielo di primavera” si sviluppa in tre fasi: l’osservazione astronomica dell’ammasso galattico – costituito da circa 400 galassie e caratterizzato dalla presenza di 3 stelle variabili – un viaggio attraverso le narrazioni mitologiche sulla nota vicenda di Arianna, Teseo e il Minotauro, e un excursus storico-archeologico per far conoscere al pubblico le recenti scoperte relative alla civiltà Minoica, che fiorì nell’isola di Creta dal 2700 al 1450 a.C..

«Il Planetario di Foligno fu avviato nel 2000 quando in tutta Italia se ne contavano appena 12 – ha spiegato Arnaldo Duranti, evidenziando il ruolo centrale del Laboratorio di Scienze Sperimentali nella divulgazione culturale tra il grande pubblico – Da allora sono state svolte oltre 3mila proiezioni, di cui un 15% aperte al pubblico e la restante quota dedicata agli studenti delle scuole, ospitando circa 150mila visitatori». L’associazione Antares, inoltre, invita il pubblico a visitare l’osservatorio astronomico situato alla Torre dei quattro Cantoni, presso gli Orti Jacobilli di via Bolletta.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*