Finali di “Enterprise EBG – European Business Game”, il liceo artistico “Metelli” di Terni rappresenterà l’Italia

Finanziamenti 2014-2020 UE: Seu organizza incontri su programma life e Europa creativa

Europa-Bandiera-EuropeaSarà un team di studenti del Liceo Artistico “Metelli” di Terni a rappresentare l’Italia alle finali europee dell’European business game, che si terrà quest’anno in Umbria, dal 29 giugno al 4 luglio: gli studenti del Liceo di Metelli sono arrivati primi alla finale nazionale della 22/ma edizione di “Enterprise EBG – European Business Game”, una simulazione di creazione d’impresa alla quale hanno partecipato per l’anno scolastico 2013-2014 circa 3 mila studenti provenienti da 9 paesi europei: Inghilterra, Francia, Danimarca, Isole Farhoer, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Croazia e Guyana Francese. Complessivamente hanno partecipato 700 studenti italiani provenienti da 16 scuole dell’Emilia Romagna, dell’Umbria e dell’Abruzzo: gli studenti umbria provenivano dalle scuole di Perugia, Terni, Spoleto, Foligno, Magione, Castiglion del Lago, Assisi, Città della Pieve e Umbertide. Tra le altre città italiane coinvolte, Ravenna, Faenza e Lugo per l’Emilia Romagna, Chieti per l’Abruzzo.

All’iniziativa per l’Umbria hanno partecipato complessivamente otto squadre di “studenti imprenditori” che hanno passato il turno delle finali regionali del progetto “A scuola d’impresa” promosso dall’Agenzia Umbria Ricerche e attuato con la collaborazione di Ecipa Umbria, Centro Studi Città di Foligno e Ecipa Ravenna, che si sono tenute il 29 di maggio scorso nella nostra regione.

Il Liceo Artistico “Metelli” di Terni si è aggiudicato il primo posto della finale italiana con la business idea “Paperplane” che realizza eventi nelle città, tramite l’invenzione di una nuova tecnica che sviluppa cortometraggi video-mappati da proiettare sugli edifici di maggiore rilievo pubblico. La squadra di “studenti-imprenditori”, rappresentata da Andrea Colarieti, Marco Matteucci, Ilenia Morelli, Alessia Franceschini, Ginevra Tundo e supportata dagli insegnati Massimo Zavoli, Antonella Corpetti e Diana Robustelli, ha individuato un tipo di comunicazione che unisce la spettacolarità visiva del video mapping alla comunicatività del cortometraggio interagendo e rendendo protagonista il pubblico.

La squadra ternana parteciperà per L’Italia all’European business game insieme ai team vincenti di Inghilterra, Francia, Danimarca, Isole Farhoer, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Croazia e Guyana Francese. I ragazzi dell’artistico di Terni, oltre ad accedere alla finale europea, si sono aggiudicati una vacanza studio di perfezionamento della lingua inglese a Malta finanziata dal progetto “A scuola d’impresa”. Alla squadra del Liceo Metelli, al dirigente scolastico e ai docenti che hanno guidato i ragazzi coinvolti nell’iniziativa, ha comunicato in una lettera l’apprezzamento per il risultato raggiunto e le sue personali congratulazioni, la rappresentante dell’Assessorato regionale all’Istruzione: nelle prossime finali europee – ha scritto – sarete chiamati ad un impegno importante: rappresentare l’Italia con altri dieci paesi. Questo sarà per voi una grande responsabilità che sono certa saprete affrontare con determinazione e capacità.

Il secondo posto alla Finale Nazionale di Ravenna è stato aggiudicato alle squadre che si sono distinte sul territorio regionale. Per l’Umbria è risultato vincitore il progetto “Energy reed” dell’ITC “Rosselli –Rasetti” di Castiglion del Lago, con un’idea di un pannello da utilizzare nell’edilizia come isolante, costruito recuperando la cannina del Trasimeno. La squadra composta da Bonucci Francesco, Lisi Fabrizio, Rocchini Josefin, Bernardini Nelly, Timoce Iulia e supportata dall’insegnante Antenucci, si è aggiudicata come premio un viaggio studio presso le istituzioni europee a Bruxelles.

A pari merito il terzo posto è stato assegnato per il progetto “Home case”, alla squadra del Liceo Artistico “Metelli” di Terni, composta Alessio Proietti, Riccardo De Souza, Nicholas De Pascali, Emaniela Alice Rumega, Matteo Muti, coordinata dai professori Massimo Zavoli, Antonella Corpetti e Diana Robustelli; mentre per l’istituto d’istruzione superiore “Campus Da Vinci” di Umbertide il progetto premiato è stato “Water saver”. La squadra era costituita da Aurel Picari, Elena Paciotti, Noemi Splendorini, Andrea Squartini e coordinata dal professor Marzio Bucci. Ad entrambi i gruppi è stata assegnata una borsa di studio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*