Festival internazionale della granita, premiati Di Nunno e Norelli

da sin Di Nunno - NorelliHa catturato il favore del pubblico con una granita “Cucumber” a base di cetrioli, bacche di ginepro, frutti rossi e scorze di agrumi. Francesco Di Nunno, giovane gelatiere pugliese diplomato lo scorso novembre alla Scuola Italiana di Gelateria di Perugia, realtà umbra leader mondiale della formazione di settore, nata dalla sinergia tra Università dei Sapori e l’associazione Maestri della Gelateria Italiana, ha conquistato il terzo posto al Festival nazionale di Acireale Nivarata – il rito della granita siciliana”, giunto alla sua terza edizione.

Di Nunno è salito sul “podio”, aggiudicandosi il secondo posto, nel concorso “Don Angelino”, in onore allo storico gelatiere acese, con la sua particolare reinterpretazione della granita alla mandorla.

Grandi soddisfazioni anche per il talentuoso Luigi Norelli, il più giovane gelatiere in gara, anche lui diplomato nella rinomata Scuola Italiana di Gelateria. Per lui, il “Don Angelino” è valso il terzo premio un’originale granita alla mandorla decorata con fiori di pasta di mandorla e cannella. Tra gli appuntamenti più amati della Kermesse che si propone come un contest di gelateria aperto a tutti i maestri gelatieri d’Italia, e allo stesso tempo, come un contenitore che mira a promuovere l’eccellenza del settore dolciario e gelatiero in generale, anche il live food show de I Maestri della Gelateria Italiana in collaborazione con Scuola Italiana di Gelateria, durante il quale i maestri hanno illustrato le molteplici proprietà dei gelati funzionali.

Una proposta innovativa che ha come obiettivo quello di dimostrare l’alto valore alimentare dei gelati: non solo buoni e nutrienti ma anche funzionali all’organismo; alleati della salute grazie ad una studiata ed equilibrata aggiunta di elementi quali fibre, verdure e frutta fresca, erbe officinali. Con l’occasione i maestri hanno anche presentato il nuovo corso della Scuola sui Gelati Funzionali e Salutistici in programma dal 20 al 24 ottobre 2014.

Un corso che segue una politica educativa e didattica rispetto alla quale l’Università dei Sapori sta portando avanti importanti partnership e progetti multidisciplinari. Sulla scia della rinnovata sensibilità intorno ai temi del cibo, del rapporto alimentazione-salute, delle tradizioni enogastronomiche, delle certificazioni e delle tipicità UDS ha in programma iniziative di vario genere tese a far conoscere il mondo dell’alimentazione nei suoi vari aspetti: scientifico-nutrizionali, storico-antropologici, sociali, economici. Il cibo, nei suoi molteplici aspetti salutistici, diventa protagonista di percorsi formativi altamente qualificanti, di convegni, seminari, occasioni di confronto con altri territori anche internazionali, attraverso progetti e manifestazioni dedicate ai prodotti tipici, momenti di approfondimento e di analisi del mercato.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*