Enologica 35, presentato il programma dell’edizione 2014

ph Pierpaolo Metelli
[divider] [wp_bannerize group=”Tad2014″ random=”1″] [divider]

di Federica Felicioni
L’intento della conferenza stampa di presentazione ufficiale di “Enologica 35”, svoltasi questa mattina al salone d’onore di palazzo Donini a Perugia, è stato di voler spiegare il valore della manifestazione sia a livello nazionale, sia internazionale per tutto il territorio umbro, consolidando la valenza nel susseguirsi di edizioni, portando ogni volta delle novità.

Hanno partecipato alla conferenza stampa: l’Assessore alle politiche Agricole e forestali della Regione Umbria, Fernanda Cecchini, il sindaco del comune di Montefalco, Donatella Tesei, l’Assessore al turismo del comune di Montefalco, Daniela Settimi ed il Vice Presidente del consorzio Tutela Vini Montefalco, Filippo Antonelli.

Ponendosi davanti ad un calice di vino, due sono le strade percorribili, “la ragione” che ci spinge a bere per necessità, atto pratico di un momento goliardico, o “la grazia”, che richiama a quel sentire la vita più profonda, intima, etica….addirittura estetica, ponendosi domande.

E’ qui che si colloca la manifestazione “Enologica35”, giunta alla sua 35esima edizione, facendosi teatro della necessità di chi, pubblico vasto e vario, o addetti ai lavori, sente l’esigenza di degustare un calice di Sagrantino (vitigno che trova radici solo a Montefalco) con l’intento di capire questo vino.

Enologica 35, storie di vite si presta ad essere cinghia di trasmissione culturale tra la storia e l’evoluzione di un vitigno “Il Sagrantino di Montefalco”con uno sguardo attento alla sostenibilità delle imprese e del territorio.

Incipit di un viaggio sensoriale in cui si intrecciano, degustazioni a partire dalla produzione più antica il “Sagrantino Passito” (grazie all’ausilio delle 27 cantine aderenti che prestano il loro luogo, la loro storia i loro mestieri, attingendo nella memoria delle tradizioni montefalchesi) con incontri più tecnici per addetti ai lavori e per quella fascia di pubblico che desidera essere educato ad un consumo del vino più attento e critico, richiamando l’attenzione al vino Sagrantino che ha portato questa denominazione ad essere conosciuta ed apprezzata a livello nazionale ed internazionale come “Eccellenza nell’Umbria”.

Dunque, imprenditoria giovanile, territorio, arte ,musica, cultura e cooking show, prestano il loro contributo per far apprezzare sempre più un vitigno che negli anni ha generato “un’evoluzione”, cioè quell’incontro tra la casualità del tempo, del clima e le caratteristiche del territorio, con la sapienza e l’esperienza dell’uomo, da cui ha tratto ispirazione il logo di Enologica35, l’erica che si avvinghia attorno alla vite di Sagrantino, richiamando la scala del DNA.

La Manifestazione che celebrerà il Sagrantino come grande vino rosso del Paese , si svolgerà dal 19 al 21 settembre, chiudendo il sipario con “La festa della Vendemmia”.

[divider] [wp_bannerize group=”Tad2014″ random=”1″] [divider]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*