Duemila persone abbracciano i protagonisti della mostra del cavallo

Il grandissimo abbraccio di duemila persone ha accolto ieri sera il popolo della Mostra Nazionale del Cavallo, nell’anteprima nel centro storico di Città di Castello con cui è stata presentata ufficialmente alla comunità tifernate la 48^ edizione della manifestazione. Una cornice davvero straordinaria, che ha testimoniato la passione e l’amore per i cavalli dei tifernati, accorsi in tantissimi in piazza Matteotti e lungo le vie principali, solcate in maniera davvero suggestiva dai cavalieri, dai cavalli e dalle carrozze protagonisti della Mostra.

Accompagnato dagli applausi, all’approdo nella piazza centrale della città il corteo guidato dal Reggimento a Cavallo dei Lancieri di Montebello è stato stretto da un affetto e da un’ammirazione sinceri.

Tante famiglie, tanti bambini, appassionati di tutte le età, hanno avuto la possibilità di vedere da vicino i partecipanti alla sfilata, che sono stati presentati al pubblico da Nico Belloni, conduttore d’eccezione della serata.

Il sindaco Luciano Bacchetta, l’assessore comunale Enrico Carloni e Angelo Capecci, ex presidente dell’Associazione Mostra Nazionale del Cavallo e membro di diritto del Consiglio direttivo del sodalizio, che ha portato i saluti dell’attuale presidente Fausto Bizzirri, hanno sottolineato la volontà di favorire, attraverso l’anteprima, l’abbraccio tra la Mostra e la comunità tifernate, le forze economiche rappresentate dagli esercizi commerciali e dai servizi del centro storico, per rafforzare un legame che è parte dell’identità tifernate.

Ammiratissimi e fotografatissimi tutti i protagonisti della sfilata, che ha offerto una sintesi davvero riuscita del programma della Mostra, affascinando e incuriosendo il pubblico.

Con i Lancieri di Montebello, accompagnati dal comandante del Distaccamento Paolo Lorenzi e guidati dal comandante del Reggimento Paolo Mezzanotte, hanno sfilato Bartolo Messina e gli Aragonas, con l’attesissimo Charlie; Gregory Ancelotti; Angelo Beretta; i cavalieri della Maremma; il Gruppo Italiano Attacchi con le splendide carrozze e i figuranti in costume; i cavalieri dell’Endurance Fise; i cavalieri della Monta da Lavoro Tradizionale Fitetrec-Ante; il carosello dei cavalli italiani dell’Associazione Regionale Allevatori dell’Umbria; Il gruppo a cavallo della Protezione Civile; i rappresentanti della Commissione etica Asi Sport Equestri.

L’abbraccio alla città, oltre che dall’incontro con i tifernati, è stato simboleggiato anche dal percorso effettuato dal corteo, che dopo la tappa in piazza Matteotti, ha compiuto un giro attorno alle mura urbiche, portando cavalieri, cavalli e carrozze in location assolutamente inedite e non comuni.

Una bella serata, che ha fatto sbocciare anche quest’anno un amore grande e forte per la Mostra Nazionale del Cavallo, l’evento che più di tutti attira visitatori a Città di Castello e nel comprensorio altotiberino.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*