Droga in internet, oltre mille nuove sostanze psicoattive, domani Congresso Internazionale

È il nuovo e pericolosissimo sistema di spaccio che rappresenta la nuova emergenza mondiale, quello della diffusione di droghe sintetiche in internet che possono facilmente essere acquistate anche dagli adolescenti e recapitate entro 48 ore presso il loro domicilio tramite i corrieri postali.

Comincerà domani mattina la due giorni dedicata al Congresso Internazionale dal titolo: “New Drugs 2014 – aggiornamento tecnico scientifico sulle nuove sostanze psicoattive“. L’evento si svolgerà a Roma presso il Centro Congressi Europa – l’Auditorium – dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il congresso, organizzato per la prima volta in Italia dal Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Sistema Nazionale di Allerta Precoce (N.E.W.S.), è finalizzato a presentare e a divulgare le informazioni disponibili sul fenomeno delle Nuove Sostanze Psicoattive, prendendo in considerazione tutti i diversi aspetti e pericoli anche sanitari. Inoltre, intende fornire le evidenze tecnico-scientifiche di alto spessore su queste sostanze che non sono ben conosciute necessarie per affrontare il fenomeno a tutti i livelli e per ampliare la conoscenza di coloro che quotidianamente hanno a che fare con questa problematica.

Il Sistema Nazionale di Allerta Precoce, istituito nel 2009 presso il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in conformità a disposizioni Europee in materia, monitorizza la comparsa di tali sostanze, costantemente, sul territorio italiano, (a oggi sono state individuate più di 500 sostanze) con lo scopo di identificare precocemente i fenomeni potenzialmente pericolosi per la salute pubblica correlati alla comparsa di nuove sostanze e di nuove modalità di consumo, e di attivare segnalazioni di allerta che tempestivamente coinvolgano le strutture deputate alla tutela della salute e responsabili della eventuale attivazione di misure in risposta alle emergenze.

In considerazione delle sempre più frequenti segnalazioni di Nuove Sostanze Psicoattive che raggiungono il Sistema di Allerta europeo e quello italiano, il Dipartimento Politiche Antidroga ha anche sviluppato un nuovo Piano di Azione Nazionale per la prevenzione, l’identificazione precoce e il contrasto delle Nuove Sostanze Psicoattive. Tale Piano di Azione Nazionale, primo in Europa, è stato peraltro definitivamente apprezzato sia nelle sedi di Bruxelles che dal governo inglese che ha chiesto di collaborare con il nostro Paese in considerazione delle buone e rilevanti attività messe in atto.

Inoltre, il Sistema Nazionale di Allerta Italiano ha segnalato per la prima volta in Europa la comparsa sul mercato illecito di una nuova molecola molto pericolosa l’“orfenadrina” un antagonista dei recettori colinergici dotato di preminente attività sul sistema nervoso centrale e periferico. Tale sostanza viene generalmente utilizzata per il trattamento degli spasmi muscolari dolorosi e condizioni simili, nonché per il trattamento di alcuni sintomi della malattia del Parkinson. L’orfenadrina è stata rinvenuta in pastiglie sequestrate qualche mese fa nella Regione Umbria e destinate ad un uso ricreazionale e non medico. La segnalazione, giunta dai Carabinieri LASS di Perugia, è stata trasmessa come di prassi anche all’Osservatorio Europeo sulle Droghe e le Tossicodipendenze di Lisbona il quale, considerata la novità dell’impiego della molecola e i possibili effetti tossici che tale uso può avere sulla salute dei consumatori, ha divulgato la notizia anche a tutti gli altri Paesi Membri affinché ciascuno possa adottare adeguate misure in risposta a questo fenomeno.

Al congresso sono stati invitati a partecipare anche operatori dell’ambito analitico, clinico, farmacologico, delle Forze dell’Ordine e della Magistratura al fine di costruire una risposta integrata e coordinata tra tutte le amministrazioni ed organizzazioni coinvolte, e poter quindi fronteggiare questa problematica emergente nella salvaguardia della salute dei cittadini.

Tra gli ospiti internazionali che parteciperanno ricordiamo tra gli altri, Raymond Yans – International Narcotics Control Board, Gilberto Gerra – United Nations Office on Drugs and Crime, Jonathan Lucas – United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute, Paul Griffiths – European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction.

Al convegno prenderanno parte come moderatori, oltre a Giovanni Serpelloni, già capo del DPA, Silvio Garattini – Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”, IRCCS, Elisabetta Bertol – Universita’ degli Studi di Firenze, Dipartimento di Scienze della Salute e Giordano Biserni – Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*