Dj Ralf al Corciano Festival, dagli esordi fino ad oggi

Dj Ralf al Corciano Festival: dagli esordi fino ad oggi, il racconto di una passione e di un lavoro che gli hanno ‘salvato la vita’.

Si è svolto giovedì 7 agosto alle ore 21,30 in Piazza Doni, l’incontro con Dj Ralf, deejay producer umbro -residente a Corciano-, intervistato dal giornalista Luca Fiorucci de Il Giornale dell’Umbria.
Un interessante percorso attraverso una ricca storia personale e musicale. Antonio Ferrari, in arte Dj Ralf, guidato dalle domande di Fiorucci, ha entusiasmato il pubblico, ma con le parole stavolta, raccontando come la musica sia la sua salvezza: “La musica è tutto, è vita. La musica, come il ballo, svolge una vera e propria funzione sociale: unisce la collettività. Sono molto fortunato perché amo il mio lavoro, faccio il Dj come conseguenza della mia passione per la musica”.

Continua Ralf: “Per fare bene il mio lavoro, ascolto e studio qualsiasi tipo di musica, dalla classica -ho una passione sfrenata per Chopin- a quella minimale, dalla pop fino a quella rock e alla folk. Sono la conoscenza e la tolleranza verso tutto ciò che ci sta intorno a farci crescere, come uomini e come artisti”.

Alla domanda di Luca Fiorucci circa la polemica sulle sue partecipazioni -secondo alcuni poco pertinenti- ad Umbria Jazz, risponde: “La musica è contaminazione, la musica jazz lo è in assoluto. Quest’anno è stato Enrico Rava a chiedermi se avessi bisogno di un trombettista per una serata… è proprio chi suona jazz a voler sperimentare continuamente i suoni, attraverso collaborazioni.
La mia prima serata ad Umbria Jazz è stata la più bella della mia vita.

Non ho mai suonato davanti a tutte quelle persone e soprattutto nella ‘mia’ piazza e tra le persone che amo. Se dovesse arrivare la proposta, sarò pronto a tornare anche nel 2015”. È qui che, con profonda commozione ricorda l’amico Sergio Piazzoli e il suo messaggio di stima, arrivato subito dopo il suo debutto in Piazza IV Novembre nel 2012.

In chiusura, al Sindaco Cristian Betti, che esprimendogli tutta la sua stima lo invita pubblicamente a collaborare con la prossima edizione del Corciano Festival, il deejay risponde: “Ne sarei felice, sarebbe interessante ipotizzare qualcosa da fare insieme, un progetto artistico per aiutare i giovani, e non solo, ad entrare con il piede giusto nel mondo della musica e dell’arte. Ho preso un impegno con Umbria Jazz e, per etica professionale e morale, gli impegni presi vanno rispettati. Staremo a vedere, ma sono assolutamente aperto a collaborazioni”.

[infobox color=”eg. light, green, blue, yellow, red”]

Sabato 9 agosto, il programma

L’appuntamento “Musica nel Chiostro” si terrà alle 21.15 in Piazza Doni, anzichè alle ore 18.30 nel Chiostro del Palazzo Comunale, come era da programma.

Alle ore 21,15, l’ultima replica dello spettacolo “Sogno di una notte mezza estate” di William Shakespeare (replica).
Lo spettacolo, itinerante, si svolgerà tra Murata del Borgo, il Bosco Grande e Piazza Coragino.
Una produzione di Corciano Festival e Farneto Teatro, in collaborazione con la Nobilissima Parte de Sopra del Calendimaggio di Assisi. Musiche di Felix Mendellsohn “A Midsummer Night’s Dream”. Traduzione e drammaturgia di Maurizio Schmidt.
Spettacolo a pagamento: Intero € 20,00 | Ridotto € 15,00 over 65. Per informazioni e prenotazioni Tel. 0755188255/260, www.ticketitalia.com

[/infobox]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*