Diversamente creativi, presentata la x edizione della manifestazione [FOTO]

Numerosissime le scuole e le associazioni che parteciperanno all’evento

Diversamente creativi, presentata la x edizione della manifestazione

E’ stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza che si è tenuta nella sala Falcone e Borsellino di palazzo dei Priori, la decima edizione del progetto “Diversamente Creativi” che si svolgerà nella mattinata di venerdì 6 maggio in piazza IV novembre.

L’evento, che vedrà coinvolti diversi istituti scolastici del territorio umbro, è organizzato dal Consorzio Auriga ed ha il patrocinio di Comune di Perugia, Assessorato ai Servizi Sociali – Famiglia – Edilizia Pubblica – Pari Opportunità, Regione Umbria, UslUmbria1, Centro socio riabilitativo educativo M. Cecconi, ARPA Umbria, AIMAT, Opera Don Guanella Centro Sereni, Associazione “Oltre la parola”, “Gruppo Volontari Umbertide”, “Il Giunco Onlus”, Associazione “Malattia di Alzheimer Umbria”.

Con questo progetto si vuole promuovere la consapevolezza, la comprensione e il rispetto dell’altro, persona con disabilità, spesso raggiungibili solo attraverso la condivisione di esperienze comuni forti e significative.

Si vuole anche dare seguito alle positive esperienze degli anni passati proponendosi di continuare ed ampliare la sinergia col territorio. Questa giornata di “festa” nasce per mostrare e valorizzare le attività curate durante tutto l’anno a scuola e fuori  dalla scuola, poiché l’attività è sostenuta da una capillare e fattiva rete creata tra istituzioni, centri diurni per persone con disabilità dell’USL1 dell’Umbria, scuole ed  associazioni.

Nel corso della giornata, dunque, verranno presentati i progetti integrati realizzati nel corrente anno scolastico e si condivideranno le esperienze significative, che le scuole hanno proposto relativamente ai temi delle pari opportunità e della disabilità.

Numerosissime le scuole e le associazioni che parteciperanno all’evento.

“Si tratta di un momento importante – questo il commento dell’assessore Edi Cicchi – perché la manifestazione mette in campo diverse azioni realizzate dalle scuole e dai soggetti presenti nei centri diurni. Credo che ogni anno questo evento acquisisca un valore ulteriore dal momento che si moltiplicano le azioni volte a favorire l’aggregazione, mettendo in risalto le abilità delle persone”. Tutto ciò, secondo l’assessore, dimostra quanto la città sia e possa essere inclusiva: le persone, infatti, si incontrano e scambiano le loro idee realizzando una forte coesione.

“Auspico, quindi, che la manifestazione possa arricchirsi ulteriormente di nuovi stimoli ed azioni al servizio delle persone, intese a 360 gradi”.

Cicchi ha sottolineato che, al di là dell’evento, stanno molto a cuore all’Amministrazione la disabilità e le pari opportunità. Non a caso sono molteplici le iniziative volte a realizzare progetti di vita indipendente. Il tema della disabilità, infatti, non si può fermare: tanti passi sono stati fatti negli anni, ma tanto altro si può ancora fare perché i bisogni delle persone mutano nel tempo e bisogna essere sempre pronti a rispondere.

L’assessore ha espresso soddisfazione per una risultato già conseguito: oggi, in sostanza, la situazione si è ribaltata, visto che sono soprattutto i docenti ed i ragazzi delle scuole che apprendo e raccolgono stimoli per la loro crescita grazie alla ricchezza portata da tutti colori che hanno una diversità.

“E’ importante che questo percorso prosegua per abbattere le barriere soprattutto mentali. Per questo dobbiamo creare una rete tra tutte le Istituzioni competenti, perché solo così si può costruire qualcosa”.

All’incontro di oggi ha partecipato il Garante dell’infanzia Maria Pia Serlupini, la quale ha ricordato che questo progetto nasce nel 2004-2005 con l’obiettivo di dar voce alle diverse creatività, riconducendo al concetto di differenza, intesa come risorsa e ricchezza.

L’idea di fondo è che non deve esserci alcuna omologazione: ognuno deve rimanere chi è in un contesto in cui tutti devono avere pari opportunità.

“In un momento così delicato in cui la diversità non sempre riceve il giusto rispetto, l’adesione massiccia delle scuole alla manifestazione testimonia, invece, un interesse ed un’attenzione rilevanti”.

Alla conferenza stampa hanno presenziato anche i rappresentanti dell’Asl 1, ossia i Dirigente dott. Francesco Terrana ed il dott. Mauro Benedetti, quest’ultimo referente per i rapporti con le famiglie. Dai loro interventi è emerso che quello di venerdì rappresenta l’evento conclusivo dei progetti realizzati nel corso dell’anno dalle scuole e dai centri.

Sono, in sostanza, l’espressione di una cultura inclusiva verso la disabilità e verso tutti coloro che hanno difficoltà.

Liana Cicchi, presidente del Consorzio Auriga organizzatore dell’evento, ha evidenziato che lo stesso nasce con l’obiettivo di far capire ai ragazzi delle scuole che la disabilità non deve far paura, ma va intesa come ricchezza. La festa del 6 maggio, dunque, sarà un momento di socializzazione e di aggregazione per veicolare un messaggio: la disabilità è un valore per la comunità ed ogni cittadino ha il compito di contribuire ad abbattere ogni barriera, fisica e mentale.

Nel dettaglio il centro storico di Perugia, in particolare l’area di piazza IV novembre, sarà arricchita e resa vitale grazie alla presenza di circa 900 ragazzi impegnati nell’illustrare i progetti realizzati nel corso dell’anno. Ci sarà spazio per lo sport, il teatro, la musica e tanto altro, in una giornata piena di colori e di valori.

Diversamente creativi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*