DERUTA, UN CONVEGNO SUL FUTURO DE “LA CERAMICA MADE IN UMBRIA”

A Deruta, per Magia di un'arte, il convegno La ceramica made in Umbria
A Deruta, per Magia di un'arte, il convegno La ceramica made in Umbria
A Deruta, per Magia di un’arte, il convegno La ceramica made in Umbria

(umbriajournal) by Avi News DERUTA – Un progetto approvato dalla Regione Umbria lo scorso giugno, che ha previsto una fase di approfondimento ad opera dell’Università degli Studi di Perugia e  che passa adesso alla fase operativa. Si tratta de “La ceramica made in Umbria”, iniziativa per la valorizzazione e la riqualificazione del brand e del settore dell’artigianato artistico che ha  coinvolto i 5 distretti umbri della ceramica, fra cui anche Deruta. La città, nel pieno del cartellone di “Magia di un’arte” 2013, infatti, ha predisposto una tavola rotonda, giovedì 5 settembre, alle 17, al Museo regionale della Ceramica, per fare il punto sul programma. Al dibattito, che sarà moderato da Franco Brilli, dirigente del Servizio politiche per il credito e l’internazionalizzazione delle imprese della Regione Umbria, parteciperanno Antonella Jacoboni dell’Università degli Studi di Perugia, Elisabetta Furin dell’Istituto italiano design di Perugia, Massimiliano Tremiterra, direttore del Centro estero Umbria, Giovanni Tarpani e Luigi Rossetti, rispettivamente del Servizio comunicazione istituzione e coordinatore dell’ambito imprese e lavoro dell’ente regionale umbro. Insieme ai saluti del primo cittadino derutese, Alvaro Verbena, e alle relazioni di Antonio Guaitini di Partner A+, Andrea Margaritelli di Fondazione Giordano e Massimo Boco, vice preside del liceo artistico Magnini di Deruta, è prevista anche la presentazione del progetto “Deruta il borgo della creatività: arte, innovazone e design per la ceramica” a cura dell’assessorato alla cultura, artigianato e turismo derutese. La conclusione dei lavori è affidata all’assessore allo sviluppo economico e alle attività produttive della Regione Umbria, Vincenzo Riommi.

Maria Cristina Costanza

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*