Deruta, bene per gli spazi di approfondimento di ‘Magia di un’arte’

(umbriajournal.com) – by Avi News DERUTA – Successo per il convegno ‘Dna dei prodotti made in Italy. Azioni a tutela della qualità e dell’unicità delle produzioni d’eccellenza del territorio’, venerdì 5 settembre al Museo regionale della ceramica, e per il lancio di ‘Keramos Deruta for Africa’, sabato 6 settembre alla sala consiliare del Comune. Eventi che hanno rappresentato il contenitore di approfondimento all’interno della VII edizione di ‘Magia di un’arte’, festival della cultura e della ceramica in scena fino a sabato 13 settembre a Deruta. “La ceramica – ha detto Verbena – è un prodotto d’eccellenza  a cui si lega la tradizione e anche l’economia del territorio. Questa del convegno è stata l’occasione per tracciare un complessivo bilancio delle attività dell’amministrazione comunale messe in campo dal 2009 per combattere la contraffazione della ceramica derutese nel mondo”. All’evento, con il sindaco di Deruta, Aldo Criscuolo, presidente del Tribunale di Perugia, Fernanda Cecchini e Luigi Rossetti, rispettivamente assessore alle politiche agricole e dirigente Industria e artigianato della Regione Umbria, Stefano Vaccari del Ministero delle politiche agricole, Attilio Minafra, esperto di contraffazione, Giorgio Moretti, presidente di Confartigianato Perugia, e Antonio La Malfa, inventore del sistema Dna (digital native authetication) dell’omonima azienda. “La soluzione Dna – ha spiegato La Malfa – porta avanti un marchio, ‘Cert.o. label’ ovvero etichetta della ‘certification of origin’, che permette di numerare i prodotti in maniera unica e certificata a livello mondiale. Il consumatore può verificare egli stesso l’originalità del prodotto acquistato. Inoltre, questa l’idea differente messa in campo, abbiamo legato agli oggetti di eccellenza le informazioni relative al territorio, supportando così le economie locali per rappresentarsi al meglio nel mondo”. Lo sguardo internazionale del cartellone è stato ribadito anche nella sesta giornata di ‘Magia di un’arte’, sabato 6 settembre, con la presentazione del progetto ‘Keramos Deruta for Africa’. Al lancio, i rappresentati dei soggetti firmatari del protocollo alla base del programma. Oltre al primo cittadino derutese, in rappresentanza dell’ente capofila del progetto, infatti, Giovanni Paciullo, magnifico rettore dell’Università degli stranieri di Perugia, Luciano Marcaccioli, amministratore delegato delle Officine Piccini spa, e Lucio Raspa, dirigente dell’Istituto omnicomprensivo Mameli Magnini di Deruta. Nella lista dei partner anche la Provincia di Perugia. ‘Keramos’ è un percorso di formazione tecnico culturale nel campo della ceramica rivolto a giovani provenienti dai Paesi del continente africano, in primis dalla Guinea equatoriale, in cui il gruppo Officine Piccini, finanziatore del programma, opera da tempo. Sono previsti pacchetti per 10 utenti con lezioni in aula, all’interno del liceo artistico derutese, soggetto attuatore del programma, esercitazioni, laboratori e stages, oltre che visite guidate sul territorio per una permanenza in Umbria di 4 mesi. Obiettivi, più volte ribaditi in conferenza, la formazione, la divulgazione dell’artigianato derutese a livello internazionale e la consegna di strumenti al continente africano per trasformare le competenze acquisite in Umbria in potenzialità di sviluppo sul proprio territorio. La presentazione, successiva alla firma del protocollo, avvenuta lo scorso luglio, suggella così l’impegno delle parti per un progetto di formazione e internazionalizzazione che vedrà avvio entro il 2015. “Il valore dell’iniziativa è tanto – ha commentato Verbena –: creiamo le condizioni di uno scambio culturale e di natura economico produttiva con un continente dalle grandi potenzialità per l’Europa e per i Paesi del Mediterraneo. Un gioco di squadra fra istituzioni, scuola e impresa che lascia ben sperare in uno sviluppo armonico di internazionalizzazione”.

‘Magia di un’arte’ prosegue con una nuova edizione del Palio della brocca, domenica 7 settembre, per chiudere con l’evento, sabato 13 settembre, in seno al progetto nazionale, accolto dalla Regione Umbria, di avvio alla lettura per i più piccoli, ‘Nati per leggere’.

 

Maria Cristina Costanza

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*