Città della Domenica ha riaperto la stagione in grande stile

Città della Domenica, luisa spagnoli
La presentazione del volume Gli Spagnoli e Perugia. Storia di una famiglia di imprenditori del Novecento

 (umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Il parco Città della Domenica ha riaperto ufficialmente la stagione domenica 20 marzo con tante novità, tra cui spettacoli inediti, e una ricca programmazione. Per l’occasione nel pomeriggio si è tenuta anche la presentazione della ristampa del volume ‘Gli Spagnoli e Perugia. Storia di una famiglia di imprenditori del Novecento’ scritto da Valerio Corvisieri, per volontà di Mariella Spagnoli, figlia di Mario, fondatore della Città della Domenica, che da decenni la dirige. Oltre a loro era presente  anche Francesca Silvestri della casa editrice Ali&no che ha contribuito all’organizzazione dell’evento. “Nel libro è stata privilegiata la ‘Luisa Spagnoli’ – spiega Corvisieri – rispetto alla ‘Perugina’ di cui già esiste un’approfondita saggistica, perché nonostante l’importanza dell’azienda si registra un’assenza quasi totale di contributi storiografici”. La ricerca di Corvisieri, inizia nel 1999, il libro va alle stampe nel 2001 per essere poi ripubblicato nel 2010, fino ad arrivare all’odierna ristampa del 2016. “Della ‘Perugina’ esiste un archivio storico molto ben ordinato a San Sisto – prosegue l’autore – mentre per la ‘Luisa Spagnoli’ è stato molto più difficile reperire il materiale, muovendosi tra carte di famiglia, vecchie foto, testimonianze di ex-dipendenti e un lavoro certosino sulla stampa, consultando le riviste dell’epoca anno per anno”. L’arco temporale del libro copre i primi 70 anni del 20esimo secolo. Annibale, Luisa e Mario sono i personaggi principali attorno a cui ruota la storia della famiglia Spagnoli. All’interno del volume si possono trovare innumerevoli aneddoti e curiosità. “Ad esempio, il personaggio di Mario – aggiunge Corvisieri – mi ha fatto scoprire molte sorprese. Ha fatto di tutto, dalla direzione dell’azienda di soggiorno a Perugia, alla creazione del campo da golf, a brevetti nel campo delle pietanze surgelate. Ma una su tutte fu la costruzione della Città della Domenica. Non tutti sanno che sul terreno dove attualmente sorge il parco vennero piantati inizialmente 20mila olivi. E dato che il terreno era sassoso fu necessario l’uso della dinamite”.  A testimonianza di ciò esiste anche un filmato, proiettato nel corso della presentazione. L’apertura definitiva del parco, avvenne poi, il 21 aprile 1963. “Per reclamizzare la sua creazione – continua Corvisieri – Mario ottenne di far giungere alla Città della Domenica, ancora in costruzione, la quarta tappa del ‘Giro d’Italia’, era il 22 maggio 1962”. Ad aggiungere un’importante testimonianza, relativa alla nascita del parco è Mariella Spagnoli. “Mio padre Mario mi disse che la nonna Luisa gli venne in sogno – racconta – e gli suggerì di fare su quella collina un’opera per la gioia delle famiglie”. Ad arricchire l’incontro anche la proiezione di filmati storici inediti raccolti da Michele Patucca, tra questi l’unico esistente con Luisa Spagnoli.

Dopo la presentazione, è stata inaugurata anche la mostra dedicata alla storia della Città della Domenica, dalle origini ai giorni nostri, curata dallo stesso Valerio Corvisieri. Per gli interessati sarà possibile acquistare il volume dedicato alla famiglia Spagnoli al parco Città della Domenica per tutta la stagione.

Cristina Biondi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*