Carnevale dei bambini di Acquasparta, al via la ventitreesima edizione

Frozen, Il Regno di Ghiaccio
Frozen, Il Regno di Ghiaccio

Carri allegorici ispirati a Masha & Orso e Tartarughe Ninja, Frozen e Maschere italiane – Domenica 24 gennaio apertura affidata a Le Spartanes e banda musicale di Montecchio

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Ha preso il via, ad Acquasparta, la 23esima edizione del Carnevale dei bambini, domenica 24 gennaio. Alle majorettes ‘Le Spartanes’ e alle ‘minispartanes’, seguite dalla banda musicale Santa Cecilia di Montecchio, il compito di aprire la sfilata dei carri allegorici.

Le Spartanes
Le Spartanes

carnevale acquasparta 2016I carri allegorici “Oggi raccogliamo il frutto del lavoro e dell’impegno dei volontari – ha commentato Sergio Saveri, coordinatore del Carnevale – che da mesi si adoperano affinché questo evento sia perfetto, soprattutto per i bambini, i veri protagonisti della festa. A loro sono dedicati, oltre a un’area giochi con gonfiabili e artisti di strada, anche i tre carri grandi ispirati a Masha e Orso insieme alle Tartarughe Ninja, a Frozen il Regno di ghiaccio e al teatro delle Maschere italiane. A questi si aggiungono i minicarri, ovvero il Brucomela, La Regina del mare, Il trenino, My little pony e Le tazze girevoli, in grado di ospitare 150 bambini che vengono portati a spasso per le vie del centro storico, sempre con la supervisione degli adulti”.

Tante le sorprese per i piccoli partecipanti che hanno ricevuto gadget, palloni e caramelle. Gli organizzatori hanno pensato anche ai più grandi, comunque, allestendo una taverna con menù della tradizione acquaspartana, che sarà aperta dal 29 gennaio al 7 febbraio, a cena, e il 31 e 7 gennaio anche a pranzo, sempre su prenotazione.

SAMSUNG CSC

SAMSUNG CSC

biancaneve

Prossimi appuntamenti con il Carnevale dei bambini di Acquasparta, dunque, domenica 31 gennaio e 7 febbraio, a partire dalle 14.30. In caso di maltempo la sfilata dei carri sarà riproposta il 14 febbraio. Per informazioni: www.carnevaleacquasparta.it.

Rossana Furfaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*