Autodromo dell’Umbria, al via ‘100 miglia’ e ‘Due ore auto storiche’

autodromo dell'umbria, 100 miglia, due ore auto storiche
La presentazione delle due gare ‘100 miglia’ e ‘due ore auto storiche’

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Si scaldano i motori all’Autodromo dell’Umbria in vista della ‘100 Miglia’ e la ‘Due ore auto storiche – 16° Trofeo A. Bartoli’, due gare automobilistiche di endurance in programma da venerdì 4 e domenica 6 dicembre. Tre giorni di sano agonismo e spettacolo che si uniscono all’eccellenza dell’artigianato locale. Infatti, i primi tre classificati delle due categorie di ogni gara riceveranno in questa edizione un premio speciale, il ‘Trofeo della maiolica Città di Deruta’, un piatto di ceramica artistica realizzato a mano da artigiani derutesi. A presentare l’iniziativa, al hotel Brufani palace a Perugia, giovedì 3 dicembre, sono stati Ruggero Campi, presidente dell’Automobile club di Perugia, Carmelo Campagna e Francesca Pasquino, rispettivamente presidente e vicepresidente di Amub spa, e Alvaro Verbena, sindaco di Deruta.

Due, quindi, le competizioni, la prima per auto moderne e la seconda per vetture turismo e biposto. In tutto sono 60 le auto coinvolte, divise nelle due specialità, che saranno guidate a turno da due piloti. In entrambe le competizioni, le auto gareggeranno in due corse distinte in base alla cilindrata, fino a 2000 cc e oltre 2000 cc.  In particolare, alla ‘Due ore auto storiche’, che vanta una tradizione quindicinale, valida anche per il Campionato italiano auto storiche, per il Trofeo italiano velocità e per la Coppa Italia, parteciperanno macchine prodotte tra il 1931 e il 1990. Scopo della corsa è di tagliare il traguardo per primi alla fine delle due ore, amministrando la vettura sulla lunga distanza. La ‘100 miglia’, invece, che si svolge sulla distanza, appunto, di cento miglia, ovvero circa 160 chilometri, per un totale di 64 giri di pista, è riservata alle auto prodotte fino al 1995 e da quella data in poi. La strategia di gara è importante in questo tipo di corsa, infatti risparmiare gomme e motore per le fasi finali può essere determinante. La partenza delle gare per entrambe le competizioni è lanciata. Si parte venerdì 4 con le prove libere dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16.30, per poi proseguire sabato 5 con le prove ufficiali dalle 9 alle 13 e le prime gare dalle 13.30 in poi, fino a concludere domenica 6, dalle 9.15, con le altre gare.

 “Si tratta di un weekend di rilievo che chiude la stagione – ha spiegato Campagna – ma anche un appuntamento importante per le famiglie che quest’anno si arricchisce grazie alle eccellenze artigiane della nostra regione”. “L’aspetto innovativo – ha proseguito – è di aver abbinato a un evento sportivo le maioliche. Si tratta di un’operazione di co-marketing a costo zero che vedrà le ceramiche accompagnare le manifestazioni dell’Autodromo anche nel 2016”. “L’Umbria deve fare sistema – ha aggiunto Verbena – e abbiamo subito raccolto l’invito a partecipare”. “Un’ iniziativa tesa a rilanciare la cultura del nostro territorio – ha concluso Pasquino –. La spettacolarità dell’evento, inoltre, è data dal valore umano dei piloti che nelle competizioni con auto storiche emerge”.

Cristina Biondi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*